user preferences

New Events

Irlanda / Gran Bretagna

no event posted in the last week

Resoconto della II Conferenza Nazionale di Liberty & Solidarity

category irlanda / gran bretagna | movimento anarchico | cronaca author Monday March 23, 2009 21:28author by Stu - Liberty & Solidarity Report this post to the editors

Liberty & Solidarity (L&S) è nata solo 6 mesi fa nello storico Freedom Bookshop di Londra Est. Già a quel livello di organizzazione, eravamo riusciti a portare insieme diversi attivisti di classe tra i più impegnati nelle lotte sindacali e territoriale. Da allora abbiamo aiutato a ricostituire gli Industrial Workers of the World (IWW) e abbiamo avuto dei successi con la London Coalition Against Poverty (LCAP), gli orti collettivi a Reading e nuovi fogli d'informazione a Glasgow. Tuttavia, mentre abbiamo stabilito il tono durante la prima Conferenza, abbiamo senz'altro alzato il volume durante la seconda. [English]


Resoconto della II Conferenza Nazionale di Liberty & Solidarity


Ambizione e maturità, il tema della 2a Conferenza Nazionale, tenuta a Reading lo scorso fine settimana.

Liberty & Solidarity (L&S) è nata solo 6 mesi fa nello storico Freedom Bookshop di Londra Est. Già a quel livello di organizzazione, eravamo riusciti a portare insieme diversi attivisti di classe tra i più impegnati nelle lotte sindacali e territoriale. Da allora abbiamo aiutato a ricostituire gli Industrial Workers of the World (IWW) e abbiamo avuto dei successi con la London Coalition Against Poverty (LCAP), gli orti collettivi a Reading e nuovi fogli d'informazione a Glasgow. Tuttavia, mentre abbiamo stabilito il tono durante la prima Conferenza, abbiamo senz'altro alzato il volume durante la seconda.

La forza nell'unità

La Conferenza è stata caratterizzata dalla facile comprensione e dall'unità tra i militanti sul quadro attuale e sui compiti che ci aspettano. C'era una larga intesa nel dibattito sulla crisi economica, intesa che si è protratta durante l'adozione delle mozioni: abbiamo concordato che la nostra priorità è l'organizzazione sindacale e territoriale, e sono state adottate mozioni sul reclutamento e sulla propaganda. Si è vista una notevole maturità politica quando, in seguito all'espressione di dissensi, la militanza tutta si è impegnata ad eseguire le decisioni della maggioranza.

Territorio

Abbiamo adottato senza difficoltà delle modifiche alla strategia sul territorio, necessarie per tener conto dell'impatto della crisi economica e del quadro in mutazione. L'organizzazione ha adottato la strategia di dare priorità alla costruzione di organizzazioni permanenti sul territorio, intrise dei valori di autonomia e democrazia e capaci di resistere alla repressione e alla povertà generalizzata. A tal scopo, abbiamo adottato una serie di tattiche dettagliate per coordinare il nostro lavoro nelle associazioni di base in campagne come quella della LCAP. Ogni militante, quindi, si impegna anzittutto a fare tutto il possibile per assicurare il successo delle campagne e delle organizzazioni in cui siamo impegnati.

Il lavoro ha il diritto a tutto ciò che produce

Di uguale importanza per l'organizzazione territoriale è la riorganizzazione dei movimenti sindacali. Questa Conferenza ha visto la riaffermazione del nostro impegno a rafforzare il lavoro organizzato, agendo sia nei nostri sindacati di appartenenza sia tramite il sindacato radicale industriale, gli IWW. Inoltre, abbiamo ampliato la nostra strategia sindacale, tenendo in considerazione le aree di importanza strategica nonché i nostri potenziali alleati. La Conferenza di L&S si è svolta il giorno dopo la conferenza IWW di marzo, quando i delegati IWW (tra cui diversi militanti di L&S) hanno concordato la nascita di un ufficio per l'organizzazione, la possibile nascita di un ufficio di autofinanziamento, dei programmi nazionali di educazione interna, un progetto per la modernizzazione delle procedure sindacali e soprattutto la domanda per avere il "certificato d'indipendenza", che consentirà agli IWW di lottare al pari delle altre organizzazioni sindacali britanniche.

La nostra resistenza è globale quanto il Capitale

Nonostante quello che possono sembrare delle priorità di interesse locale, L&S è ben cosciente del fatto che, se dobbiamo avere una speranza di sfidare il potere dei padroni, dobbiamo unirci anche a livello internzionale. A tal fine, la Conferenza ha adottato tre mozioni sull'internazionalismo. Le prime due elencano in modo chiaro i motivi a favore ed i passi concreti che bisogna fare per creare due confederazioni internazionali. Nella prima, si accetta il bisogno di creare una internazionale anarchica disciplinata, unita e pragmatica, e lavoreremo verso questo fine. Con la seconda, siamo d'accordo sulla necessità di riorganizzare il movimento sindacale internazionale, e di lavorare verso l'unità dei sindacati "rossi" e conflittuali. La terza mozione stabilisce una base per l'azione solidale, sia nel paese che all'estero. Sempre pragmatica, l'organizzazione riconosce che benchè la solidarietà significhi forza, ed è dunque di assoluta importanza, l'azione inefficace per conto di altri rischia di sviare l'attenzione dalle priorità organizzative. Abbiamo pertanto concordato una base con la quale l'organizzazione potrà intraprendere delle azioni di solidarietà senza distogliere l'attenzione dai nostri obiettivi.

Mettere a posto la casa

Naturalmente, perché si possa realizzare tutto ciò, bisogna che la nostra sia un'organizzazione seria, disciplinata e unita. Per questo motivo, abbiamo cercato di migliorare le nostre procedure organizzative. Siamo in fase di crescita e ci sono state richieste di adesione da tutto il paese. In particolare, gli anticapitalisti di Reading Grassroots Action (RGA) hanno recentemente votato di confluire in L&S e la Conferenza ha potuto dare il benvenuto a loro. Tuttavia, è imperativo che questa crescita organizzativa sia di aiuto all'organizzazione e che non metta a rischio la nostra unità e la nostra disciplina. Per questo motivo, la Conferenza ha adottato alcune mozioni per la regolamentazione delle adesioni.

Bisogna anche ridere

Malgrado la serietà dei lavori di entrambe le Conferenza, entrambe sono state caratterizzate dall'atmosfera rilassata e dalle risate. E' motivo di orgoglio che né la conferenza L&S né quella degli IWW hanno perso per un attimo il tono fraterno, che sono state rapide nonostante la quantità di lavoro svolto. Dopo, i militanti hanno parlato a lungo, in un ambiente cordiale e amichevole, pienamente coscienti di ciò che abbiamo davanti a noi. Abbiamo un mondo da conquistare, e non c'è tempo da perdere... al lavoro!

Ringraziamo tutt* coloro che hanno contribuito alla Conferenza. Ci vediamo sulle strade di Londra il 28!

L'incaricato

20 marzo 2009


Traduzione a cura di FdCA - Ufficio relazioni internazionali

Related Link: http://libertyandsolidarity.org/
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
George Floyd: one death too many in the “land of the free”
© 2005-2020 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]