user preferences

Recent articles by FdCA Sezione Luigi Fabbri, Roma
This author has not submitted any other articles.
Recent Articles about Italia / Svizzera Storia dell'anarchismo

OAM-Storia e fonti dell'Organizzazione Anarchica Marchigiana Mar 20 17 by Alternativa Libertaria/FdCA

Precisazioni circa Makhno, Contropiano e le solite calunnie Mar 11 17 by Alternativa Libertaria/fdca

60° anniversario della FAU Oct 30 16 by Alternativa Libertaria/FdCA

Resoconto presentazione libro di Daniel Guérin

category italia / svizzera | storia dell'anarchismo | cronaca author Monday September 28, 2009 22:29author by FdCA Sezione Luigi Fabbri, Roma - Federazione dei Comunisti Anarchiciauthor email fdcaroma at fdca dot it Report this post to the editors

Roma, 25 settembre 2009

Si è svolta venerdì 25 settembre presso il Laboratorio Sociale "La Talpa", a cura dello stesso, la presentazione della prima edizione in lingua italiana del libro "Per un marxismo libertario" di Daniel Guérin a cura di Massari Editore, con interventi di Adriana Dadà (FdCA), Giorgio Cremaschi (FIOM/Rete 28 aprile) e Roberto Massari (Utopia Rossa). [English]

Dadà, Cremaschi, Massari
Dadà, Cremaschi, Massari


Resoconto presentazione libro di Daniel Guérin


Si è svolta ieri presso il Laboratorio Sociale "La Talpa", a cura dello stesso, la presentazione della prima edizione in lingua italiana del libro "Per un marxismo libertario" di Daniel Guérin a cura di Massari Editore. Come ha ricordato l'editore, molti libri di Guérin sono stati pubblicati in italiano, tranne il presente libro, del 1969, e quello successivo, "Per un comunismo libertario", scritto qualche anno dopo, entrambi libri "scomodi" sotto molti aspetti.

Dopo un breve comunicato a ricordo dell'uccisione del giornalista Mauro Rostagno 21 anni fa in Sicilia, la presentazione è iniziata. Prima ad intervenire è stata Adriana Dadà, militante della Federazione dei Comunisti Anarchici. Dadà ha tracciato brevemente la vita politica di Guérin: di origini marxiste, Guérin si avvicinò all'anarchismo definitivamente durante il periodo caldo del '68 parigino. Entrò nella redazione del giornale "Guerre de classe" per poi, nel 1971, entrare a far parte dell'Organisation Révolutionnaire Anarchiste (ORA) e successivamente dell'Union des Travailleurs Communistes Libertaires (poi Alternative Libertaire), in cui ha militato fino alla morte nel 1988.

In tutta la sua carriera politica, Guérin è stato un tipo molto curioso e grande osservatore, critico, dalla mente aperta, sempre pronto a mettere tutto in discussione. Con questo atteggiamento, si rese gradualmente conto del bisogno di libertà e questo, accoppiato all'analisi materialista, lo spinse verso il comunismo libertario/anarchico. Dadà ha ricordato anche l'apporto di Guérin non solo all'anarchismo francese ed internazionale, ma anche in altri campi quali l'antifascismo (con uno studio negli anni '30 sui legami tra il capitalismo ed il nazismo), il movimento anticolonialista (sin dagli anni '20) e la lotta degli/delle omosessuali.

Il periodo della fine degli anni '60 era un periodo in cui si riscopriva l'anarchismo di classe. Le opere di Bakunin furono finalmente pubblicate grazie al lavoro di Arthur Lehning, e anche lo stesso Guérin ebbe un ruolo fondamentale con un prezioso studio del '65 sulle idee e la storia dell'anarchismo di classe, "L'Anarchisme" (pubblicato in Italia nel '69 con il titolo "L'anarchismo dalla dottrina all'azione"). Questo libro fu seguito dall'antologia "Ni Dieu, ni Maître", in cui venivano presentati testi importanti che testimoniano il pensiero anarchico sin dalle sue origini. L'apporto di Guérin raggiunse anche l'Italia, non solo con "L'Anarchisme", ma anche con i contatti stretti tra i comunisti anarchici francesi ed i loro compagni italiani, soprattutto nei primi anni '70.

Il microfono è poi passato a Giorgio Cremaschi, segretario nazionale della FIOM e esponente della Rete 28 aprile nella CGIL. Cremaschi ha ammesso che non conosceva Guérin ed il suo lavoro prima di aver letto il libro (ed era inoltre l'unico dei tre oratori a non aver mai conosciuto Guérin di persona). Tuttavia, Cremaschi, grazie alle sue radici politiche nel pensiero di Rosa Luxemburg, si è trovato d'accordo con l'analisi di Guérin in quanto il marxismo non è autosufficiente e c'è bisogno di qualcosa di più profondo se la sinistra vuole veramente fornire una risposta decisa e vincente al capitalismo.

Il discorso di Cremaschi si è incentrato sull'idea che l'autoritarismo che è inerente al pensiero di Marx, sin dai giorni della Prima Internazionale, è il guaio più serio per l'intero movimento socialista rivoluzionario. Il libro di Guérin non è pieno di ottimismo ma vede le "ceneri sotto il tappeto", le contraddizioni che hanno sempre caratterizzato il movimento marxista, anche in quei periodi quando sembrava godere di enorme successo ed influenza, come ad esempio negli anni '60 con l'URSS, Cina, Cuba, i grandi movimenti anticolonialisti in tutto il mondo. Il capitalismo non ha vinto, è il "comunismo" che ha perso. E l'errore non era la deformazione di Stalin, non era negli eventi della Rivoluzione bolscevica, ma proprio nel pensiero politico di Lenin (erede del germe di autoritarismo presente in Marx). E questo lo vede perfettamente Guérin. Cremaschi nota che l'antiautoritarismo del comunismo libertario è la chiave per la ricostruzione di un movimento rivoluzionario in grado di sconfiggere il capitalismo. Il giacobinismo è un metodo della rivoluzione borghese e i socialisti rivoluzionari non devono più usare simili mezzi che sono ormai definitivamente riconosciuti come destinati al fallimento.

L'antiautoritarismo, anche in campo sindacale, è fondamentale, la strada è quella che viene dal basso. Non bastano il partito, i soviet, i consigli. Bisogna costruire un progetto nuovo, ripensare a dove andiamo e come andarvi e questo libro di Guérin fornisce molti elementi utili a chiunque sia interessato alla rivoluzione sociale.

Infine ha parlato l'editore del volume, Roberto Massari dell'associazione politica Utopia Rossa, che si definisce marxista libertario. Massari, provveniente dal trotskismo, ha conosciuto Guérin a Parigi, dove collaboravano nella redazione della rivista "L'autogestion".

Massari crede che ci sono due cose che ognuno deve avere: il sogno di un futuro migliore, ma soprattutto il progetto, un percorso che porta al quel sogno. Qui il suo pensiero collima con quello di Guérin ed emerge chiaramente dalla pagine di questo libro. Il marxismo (o comunismo, o socialismo, tanto il nome è la cosa meno importante) può e deve essere libertario. Anche per questo pubblicherà prossimamente il libro di Guérin, "Pour le communisme libertaire", anche questo finora ignorato in Italia. Massari ha messo in evidenza le similtudini, per quanto riguarda la vasta gamma dei soggetti trattati, tra Daniel Guérin (l'arte, la Rivoluzione francese, l'anarchismo e il comunismo libertario, il fascismo, l'anticolonialismo, l'omosessualità, la società americana...) e Pier Francesco Zarcone, militante della FdCA (la Rivoluzione messicana, gli Amigos de Durruti, l'anarchismo portoghese, Gesù, Islam, le collettivizzazioni nella Spagna rivoluzionaria...).

Massari ha concluso la giornata con un ringraziamento agli organizzatori della presentazione - i compagni del Lab. Soc. La Talpa - nonché ad Adriana Dadà, venuta da Firenze per l'occasione, ed a Cremaschi, che si era offerto di presentare il libro. NM

Related Link: http://fdcaroma.blogspot.com/
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch

Front page

(Bielorrusia) ¡Libertad inmediata a nuestro compañero Mikola Dziadok!

DAF’ın Referandum Üzerine Birinci Bildirisi:

Cajamarca, Tolima: consulta popular y disputa por el territorio

Statement on the Schmidt Case and Proposed Commission of Inquiry

Aodhan Ó Ríordáin: Playing The Big Man in America

Nós anarquistas saudamos o 8 de março: dia internacional de luta e resistência das mulheres!

Özgürlüğümüz Mücadelemizdedir

IWD 2017: Celebrating a new revolution

Solidarité avec Théo et toutes les victimes des violences policières ! Non à la loi « Sécurité Publique » !

Solidaridad y Defensa de las Comunidades Frente al Avance del Paramilitarismo en el Cauca

A Conservative Threat Offers New Opportunities for Working Class Feminism

De las colectivizaciones al 15M: 80 años de lucha por la autogestión en España

False hope, broken promises: Obama’s belligerent legacy

Primer encuentro feminista Solidaridad – Federación Comunista Libertaria

Devrimci Anarşist Tutsak Umut Fırat Süvarioğulları Açlık Grevinin 39 Gününde

The Fall of Aleppo

Italia - Ricostruire opposizione sociale organizzata dal basso. Costruire un progetto collettivo per l’alternativa libertaria.

Recordando a César Roa, luchador de la caña

Prison Sentence to Managing Editor of Anarchist Meydan Newspaper in Turkey

Liberación de la Uma Kiwe, autonomía y territorio: una mirada libertaria para la comprensión de la lucha nasa

Misunderstanding syndicalism

American Anarchist and Wobbly killed by Turkey while fighting ISIS in Rojava

Devlet Tecavüzdür

Attaque fasciste sur la Croix Rousse et contre la librairie libertaire la Plume Noire

Italia / Svizzera | Storia dell'anarchismo | Cronaca | it

Sun 23 Apr, 16:02

browse text browse image

gaap.jpg imageNovità editoriale: I Figli dell'Officina 17:28 Mon 07 Oct by Centro Documentazione Franco Salomone 0 comments

Nella prima metà degli anni '50 del XX secolo, in una dimensione internazionale caratterizzata dalla dura contrapposizione tra i due blocchi egemoni (USA vs URSS), i Gruppi Anarchici di Azione Proletaria cercarono di sottoporre a una rigorosa analisi la mutata struttura dello sfruttamento capitalistico, sforzandosi di coglierne novità e linee di tendenza, analizzarono l'azione dell'imperialismo internazionale, comunque mascherato, cercando di coglierne le caratteristiche e tentarono di formulare una proposta strategica capace di opporsi al disegno complessivo dell'imperialismo...

copromasovvpiccweb.jpg imageRoma sovversiva. Anarchismo e conflittualità sociale dall'età giolittiana al fascismo (1900-1926) 18:27 Wed 14 Mar by Odradek Edizioni 0 comments

Questo libro riempie una lacuna, ricostruendone la base sociale, l'ambito spurio e mutevole, che concerne la formazione delle forze sociali e produttive cittadine. Ma soprattutto ribalta l'immagine di comodo, restituendole il carattere di città violenta, con un conflitto di classe che sfocia facilmente in tumulti repressi con estrema brutalità dalle forze dell'ordine.

pontedecimo.jpg imageNovità editoriale: "Tesi di Pontedecimo" dei GAAP 18:22 Mon 13 Feb by Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

E' uscito nella collana "I Quaderni di Alternativa Libertaria" l'opuscolo "Tesi di Pontedecimo" dei Gruppi Anarchici di Azione Proletaria (GAAP). Si tratta della Tesi Programmatica uscita dalla 1a Conferenza dei GAAP tenuta a Genova-Pontedecimo il 24-25 febbraio 1951.

bari.jpg imageNovità editoriale: Gli anarchici di piazza Umberto. La sinistra libertaria a Bari negli anni '70 23:03 Wed 12 Oct by Centro di Documentazione "Franco Salomone" 0 comments

Il Centro di Documentazione "Franco Salomone" di Fano (PU) è lieto di annunciare la pubblicazione del libro "Gli anarchici di piazza Umberto", di Luca Lapolla.

salomone_sm.jpg imageNovità editoriale: "Un rivoluzionario di ponente" 21:10 Mon 11 Apr by Centro di Documentazione Franco Salomone 0 comments

Il Centro di Documentazione Franco Salomone è lieto di annunciare la pubblicazione di un nuovo libro in omaggio alla vita militante e all'opera di Franco Salomone. I materiali che qui vengono raccolti intendono offrire una testimonianza del suo impegno individuale e collettivo, dello sforzo analitico e propositivo di un militante e dei suoi compagni, di una generazione di comunisti libertari che dal lontano ponente ligure cercarono di riaprire la strada del reinserimento degli anarchici nell'opposizione al capitalismo, nel lavoro sindacale, dando impulso tanto alle lotte sindacali ed all'unità di classe quanto all'unità dei comunisti libertari in termini organizzativi e di strategia.

textConvegno su Camillo Berneri 22:38 Mon 07 May by Donato Romito 0 comments

Si è tenuto ad Arezzo il 5 maggio scorso un convegno di studi su Camillo Berneri, "Un libertario in Europa tra totalitarismi e democrazia".
Organizzato dall'Archivio famiglia Berneri Aurelio Chessa ed ospitato dalla Provincia di Arezzo ha visto la partecipazione di un centinaio di persone.

textSalvador Puig Antich - protesta a Palermo 18:05 Wed 18 Apr by FAI Palermo / FdCA Palermo 4 comments

Si è tenuta ieri sera presso i locali del cinema Igea Lido a Palermo l'anteprima del film "Salvador - 26 anni contro" diretto da Manuel Huerga sulla vita e la morte di Salvador Puig Antich, rivoluzionario catalano giustiziato dal regime di Franco nel 1974. Militanti anarchici hanno diffuso un volantino per fare chiarezza e restituire la vicenda umana e politica di Puig Antich alla verità storica.

textComunismo anarchico e comunismo libertario Jul 10 by Gruppo Comunista Anarchico di Firenze 0 comments

Abbiamo visto come la tendenza comunista anarchica derivi direttamente dal pensiero bakuninista, organizzatore e comunista, e vada contrapponendosi costantemente alle teorie antiorganizzatrici che, a periodi, percorrono tutta la storia dell'anarchismo, come, del resto, della socialdemocrazia. Nella tendenza "organizzatrice" un'altra tendenza convive con quella comunista anarchica, la tendenza comunista libertaria.

imagePrecisazioni circa Makhno, Contropiano e le solite calunnie Mar 11 0 comments

ristabilire i termini della verità storica, mille volte mistificata dalla storiografia liberale, socialdemocratica e bolscevica.

image60° anniversario della FAU Oct 30 0 comments

dall'Italia Alternativa Libertaria/fdca saluta l'anniversario della Federaciòn Anarquista Uruguaya

imagePresentazione del primo volume delle Opere Complete di Errico Malatesta Sep 15 0 comments

La Biblioteca libertaria "Armando Borghi", in collaborazione con la Biblioteca comunale "Luigi Dal Pane", organizza a Castel Bolognese la presentazione del primo volume delle Opere Complete di Errico Malatesta. Il primo volume ha titolo "Un lavoro lungo e paziente…". Il socialismo anarchico dell’Agitazione (1897-1898) , ed esce con saggio introduttivo di Roberto Giulianelli (Milano, Zero in condotta/ Ragusa, La Fiaccola, 2011, pp. 392, Euro 25,00).

textIn memoria di Lorenzo Parodi Aug 16 FdCA 0 comments

Il primo agosto è morto Lorenzo Parodi. Era nato nel 1926 a Genova, giovanissimo antifascista da sempre nemico dello stalinismo e delle sue degenerazioni italiane, aderì nel primo dopoguerra al movimento anarchico, alla sua tendenza classista e rivoluzionaria.

imageLe mie prigioni e le mie evasioni Dec 05 0 comments

Operaio, anarchico, antifascista, dopo aver partecipato alle lotte politiche e sindacali nella sua città il veronese Giovanni Domaschi (Verona, 1891-Dachau, 1945) ha trascorso quasi per intero il ventennio fascista rinchiuso in carcere o relegato al confino. Membro del secondo Comitato di liberazione nazionale di Verona, prima di essere deportato in Germania e di trovare la morte in un lager ha avuto modo di scrivere le sue memorie.

more >>
© 2005-2017 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]