user preferences

New Events

Mashrek / Arabia / Irak

no event posted in the last week

La rivoluzione vincerà a Kobanê!

category mashrek / arabia / irak | imperialismo / guerra | cronaca author Friday October 17, 2014 16:58author by Devrimci Anarşist Faaliyet - DAF - Azione Anarchica Rivoluzionaria Report this post to the editors

Report dei nostri compagni dal villaggio di Boydê

Siamo giunti al 24° giorno di attacchi dell'ISIS su Kobanê. Mentre le forze di difesa popolare in tutti i villaggi di confine fanno da scudo umano e da sentinelle per gli attacchi contro Kobanê, tutti ed ovunque nella regione in cui ci troviamo sono insorti per evitare la caduta di Kobanê. [English]
daf_in_koban_10.jpg


La rivoluzione vincerà a Kobanê!


Report dei nostri compagni dal villaggio di Boydê

Siamo giunti al 24° giorno di attacchi dell'ISIS su Kobanê. Mentre le forze di difesa popolare in tutti i villaggi di confine fanno da scudo umano e da sentinelle per gli attacchi contro Kobanê, tutti ed ovunque nella regione in cui ci troviamo sono insorti per evitare la caduta di Kobanê.

Sono tre settimane che facciamo da scudi umani e da sentinelle nel villaggio di Boydê ad ovest di Kobanê. Negli ultimi due giorni, si sono fatte sentire di più le esplosioni e l'eco degli scontri nei quartieri esterni di Kobanê e nel centro della città. L'esercito turco spara contro chiunque cerchi di passare il confine in qualsiasi direzione, compreso il villaggio in cui ci troviamo, che è stato attaccato martedì scorso. I soldati turchi usano anche munizioni vere di tanto in tanto e ci sono dei feriti tra la gente.

Questi attacchi sui villaggi di confine autorizzano di fatto l'ISIS a poter passare attraverso il confine turco. Qui il sostegno della Turchia all'ISIS è nettamente visibile. Ma non è la sola cosa evidente. Abbiamo appreso che uno dei comandanti dell'ISIS nell'attacco a Kobani è stato ucciso dalle forze delle YPJ/YPG. Nel frattempo gli scontri sono sempre più intensi e durano per tutto il giorno senza sosta. Apprendiamo che le esplosioni che si sentono sono quelle prodotte dalla risposta della forze delle YPJ/YPG, le quali hanno tatticamente sgomberato le strade del centro di Kobani attirando l'ISIS in un'imboscata e quindi neutralizzando la loro avanzata con questo riuscita mossa tattica.

Vi è in tutti eccitazione per i resoconti che vengono forniti nelle assemblee del villaggio; si racconta della paura dell'ISIS nei confronti delle donne guerrigliere. L'ISIS rappresenta lo Stato, il terrore, il massacro ed anche il patriarcato ovviamente. A causa della loro paura di non poter diventare dei "martiri" se vengono uccisi dalle donne guerrigliere, dalle combattenti delle YPJ, hanno una paura fottuta di scontrarsi con le forze delle YPJ. Infatti quando vi si scontrano, le donne che "combattono" contro di loro non hanno nessuna pietà per il destino dei miliziani dell'ISIS. Questa è la libertà contro il patriarcato creato dalla lotta delle YPJ.

La rivolta che negli ultimi 2 giorni si è diffusa in tutto il Kurdistan ed in tutte le città dell'Anatolia, ci fa rendere conto di quanto possa essere invincibile il popolo organizzato. Queste rivolte creano fiducia nella possibilità rivoluzionaria a Kobanê, nei villaggi sul confine ed in tutta la Rojava. Quando una sorella o un fratello cadono nella battaglia, l'ira e la forza prendono subito il posto del dolore. Ai requiem in ginocchio seguono le danze halays in cui il battito dei piedi è così forte e veloce da spaccare la terra. Così il nostro dolore esplode in ira, sempre più forte, sempre più veloce.

Questo è ciò di cui tutti abbiamo bisogno qui. In nome della libertà e della rivoluzione tanto agognata, nonostante tutto.

Lunga vita alla resistenza del popolo di Kobanê!

Lunga vita alla rivoluzione del popolo della Rojava!

Lunga vita alla nostra azione rivoluzionaria anarchica!


Devrimci Anarşist Faaliyet - DAF

Revolutionary Anarchist Action/Azione Anarchica Rivoluzionaria

Traduzione a cura di FdCA-Ufficio Relazioni Internazionali.

Related Link: http://www.facebook.com/anarsistfaaliyetorg
author by giovannipublication date Mon Oct 27, 2014 08:52Report this post to the editors

fino all'attacco dell'ISIS, i "rivoluzionari" di Kobane convivevano tranquillamente con reparti dell'esercito di Assad.

 
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Rojava: Mensaje urgente de un compañero anarquista en Afrin

Front page

[Colombia] Perspectivas sobre la primera vuelta de las elecciones presidenciales de Colombia 2018

Call for Solidarity with our Russian Comrades!

8 reasons anarchists are voting Yes to Repeal the hated 8th

Comunicado de CGT sobre la Nakba, 70 años de dolores para el Pueblo Palestino

[ZAD] Les expulsions ont commencé, la zad appelle à se mobiliser

Assassinato Político, Terrorismo de Estado: Marielle Franco, Presente!

La Huelga General del 8 de Marzo, un hito histórico

A intervenção federal no Rio de Janeiro e o xadrez da classe dominante

Halklarla Savaşan Devletler Kaybedecek

Σχετικά με τον εμπρησμό

Ciao, Donato!

[Uruguay] Ante el homicidio de un militante sindical: Marcelo Silvera

[Argentina] Terrorista es el Estado: Comunicado ante el Informe Titulado "RAM"

[Catalunya] Continuisme o ruptura. Sobre les eleccions del 21D

Reconnaissance par Trump de Jérusalem comme capitale d'Israël : de l'huile sur le feu qui brûle la Palestine

Noi comunisti anarchici/libertari nella lotta di classe, nell'Europa del capitale

Luttons contre le harcèlement et toutes les violences patriarcales !

The Old Man and the Coup

Hands off the anarchist movement ! Solidarity with the FAG and the anarchists in Brazil !

URGENTE! Contra A Criminalização, Rodear De Solidariedade Aos Que Lutam!

¡Santiago Maldonado Vive!

Catalunya como oportunidad (para el resto del estado)

La sangre de Llorente, Tumaco: masacre e infamia

Triem Lluitar, El 3 D’octubre Totes I Tots A La Vaga General

© 2005-2018 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]