user preferences

New Events

Mashrek / Arabia / Irak

no event posted in the last week

Palestina-Israele, cresce la lotta sociale non armata in risposta all'aumentare delle aggressioni di Israele

category mashrek / arabia / irak | lotte sul territorio | cronaca author Friday September 25, 2015 18:04author by Ilan S. - Anarchists Against the Wall; A-Infos; Ahdutauthor email ilan.shalif at gmail dot comauthor address Tel Aviv Report this post to the editors

Report del 21.09.15

Dopo il fallimento dell'offensiva dell'anno scorso contro Hamas a Gaza, lo Stato di Israele vede diminuire il suo potere di contrattazione a livello internazionale, per cui manipola il malcontento interno aumentando l'invasione degli spazi palestinesi, sia quelli del 1967 nella Cisgiordania occupata sia all'interno dei confini del 1948. Il minore sostegno da parte delle classi dirigenti israeliane al primo ministro Netanyahu ed ai suoi accoliti lo inducono a spingere sull'azzardo politico che può trascinarlo nella sua prima grande sconfitta. Il suo fallimento nel far passare lo schema Gas e la causa civile in cui è coinvolta sua moglie, possono essere i primi segni del suo declino imminente. [English]

Cresce la lotta sociale non armata in risposta all'aumentare delle aggressioni di Israele

Bil'in, Ni'lin, Ma'sara, Nabi Saleh, Qaddum, Sheikh Jarrah e le colline a sud di Hebron

Dopo il fallimento dell'offensiva dell'anno scorso contro Hamas a Gaza, lo Stato di Israele vede diminuire il suo potere di contrattazione a livello internazionale, per cui manipola il malcontento interno aumentando l'invasione degli spazi palestinesi, sia quelli del 1967 nella Cisgiordania occupata sia all'interno dei confini del 1948. Il minore sostegno da parte delle classi dirigenti israeliane al primo ministro Netanyahu ed ai suoi accoliti lo inducono a spingere sull'azzardo politico che può trascinarlo nella sua prima grande sconfitta. Il suo fallimento nel far passare lo schema Gas e la causa civile in cui è coinvolta sua moglie, possono essere i primi segni del suo declino imminente. Nonostante i tentativi di far calare la pressione sociale in Cisgiordania aumentando gli occupati palestinesi in Israele, la resistenza popolare cresce sia a Gerusalemme occupata che in Cisgiordania.

Bil'in

Venerdì 11.09.15 - La manifestazione di oggi a Bil'in era in solidarietà con i prigionieri e con la famiglia Dawahbshi che è stata bruciata viva per poi morire a causa delle ustioni. Due decine di israeliani (metà con gli Anarchici Contro il Muro e metà con i percussionisti di Yosamba), si sono uniti a decine di internazionali ed agli attivisti di Bil'in per mezz'ora di scontri con le forze armate israeliane. Il vento non ci era favorevole perché stava dalla parte dei soldati. I lacrimogeni oggi non erano così fragranti. Siamo stati respinti fino alla periferia del villaggio ma ci siamo rifiutati di disperderci e ci siamo ripresi per un po' dopo che le forze di stato se ne sono andate guardando il corteo in direzione dell'area proibita del muro della separazione ad ovest delle terre liberate.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=764290780346820
https://www.facebook.com/mohamed.b.yaseen/posts/8116628...66387
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207579537949683
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10152966895381541

Venerdì 18.09.15 - il venerdì non ci si annoia mai. 9 Israeliani e circa 20 internazionali si sono uniti agli attivisti locali per la manifestazione settimanale. I soldati israeliani sembravano troppo passivi per cui ci siamo avvicinati con prudenza alla "zona di guerra". Ma niente solita pioggia di lacrimogeni. I più coraggiosi tra noi si sono inerpicati sulla collina per avvicinarsi ai soldati che erano ben vigili ma avari di lacrimogeni. Alcuni attivisti sono stati a contatto dei soldati fino a che i 30 minuti di scontri sono finiti e loro se ne sono andati senza nessuna strana sorpresa che sospettavamo avessero in serbo visto il loro comportamento. Pare che il precedente bellicoso alto ufficiale in comando nella regione sia stato sostituito con qualcuno più sano di mente ed ecco spiegate le "strane" manifestazioni settimanali degli ultimi tempi.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=816253988473935
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=816254151807252
https://www.facebook.com/haytham.alkhateeb/posts/102066...66845
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10206620599966665

Ni'lin

Manifestazione settimanale contro il muro e contro l'occupazione
https://www.youtube.com/watch?t=2&v=2ii82lJa5IQ
18.09.15: https://www.facebook.com/murad.ameera/posts/11373275896...29161

Nabi Saleh

Venerdì 11.09.15, i Palestinesi hanno lanciato un appello per issare la bandiera palestinese come simbolo di fermezza e di resistenza alla occupazione israeliana. Inoltre, i Palestinesi hanno espresso la loro rabbia per l'uccisione della famiglia Dawabsheh di Duma - Sa'd, il piccolo Ali e Riham, che soni morti agli inizi della settimana - ed hanno chiesto alle autorità israeliane di arrestare gli incendiari. A Nabi Saleh, in cui le ultime settimane sono state segnate dall'aumentare della violenza, gli attivisti locali e non si sono scontrati con l'esercito israeliano, sventolando la bandiera palestinese. L'esercito ha risposto con lacrimogeni e proiettili di gomma, con tentativi di acchiappare i manifestanti per poterli arrestare. I soldati hanno cercato di tendere agguati ai manifestanti ma senza riuscire ad arrestare nessuno. Invece, hanno invaso il villaggio lanciando granate assordanti e lacrimogeni in direzione delle case e degli ulivi, provocando piccoli incendi. Nessun ferito grave.

http://schwarczenberg.com/?p=6036
David Reeb: https://youtu.be/_f0hlv9Gcqk

18.09.15

David Reeb: https://youtu.be/EwGfevqX-s0

Qaddum

05.09.15: https://antinarrativeblog.wordpress.com/2015/09/07/%D9%...7%9D/

11.09.15: "4 giovani palestinesi feriti da porci sionisti a Kafr Qaddum, ad ovest di Qalqiliya, durante gli scontri di oggi le forze israeliane hanno sparato proiettili di acciaio ricoperti di gomma come pure proiettili spugna, candelotti di lacrimogeni, granate assordanti ed acqua fetida per disperdere i manifestanti. Dei criminali israeliani hanno ferito alla testa Yusif Shtewei, di 24 anni, con un proiettile spugna. E' in condizioni stabili..... "

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1004715382883...14816

18.09.15 - Molti feriti oggi nella manifestazione a Kafr Qaddum. Ho paura che le foto non facciano vedere i cecchini.

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1008528679169...14816
https://www.facebook.com/mohamed.b.yaseen/posts/8162547...40527

"Non dite che non lo sapevamo", n°466

Venerdì 28 agosto 2015, nel corso della manifestazione settimanale nel villaggio di Qaddum, in cui i manifestanti locali protestavano contro la confisca delle terre e la chiusura della strada per il villaggio, i soldati israeliani hanno spruzzato acqua sui trasformatori elettrici del villaggio. Di conseguenza, i residenti hanno dovuto sostituire i trasformatori.

Venerdì 4 settembre 2015, i soldati israeliani hanno danneggiato i trasformatori ancora una volta nel corso della manifestazione settimanale contro la confisca delle terre. Ancora una volta i residenti hanno dovuto cambiare il trasformatore. In entrambi i casi l'intero villaggio è rimasto senza energia elettrica per alcune ore.

Martedì 1 settembre 2015 alle 23:30, un colono di Qedumim ha danneggiato un pannello elettrico che portava elettricità attraverso l'insediamento, causando la mancanza dell'elettricità nel villaggio di Qaddum per 13 ore.

Giovedì 3 settembre 2015, rappresentanti del governo, scortati dalla polizia, hanno demolito una casa vicino Tel Sheva, un abitato Beduino nel Negev. A Wadi Ghawawin, vicino alla Strada 31, hanno demolito un'altra casa.
 

Ilan Shalif
http://ilanisagainstwalls.blogspot.com/

Anarchici Contro Il Muro
http://www.awalls.org

Blog di Ahdut (Unità - organizzazione comunista anarchica israeliana): http://unityispa.wordpress.com/
Documento politico di Ahdut sulla lotta palestinese: http://www.anarkismo.net/article/27038

Traduzione a cura di Alternativa Libertaria/FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali
Sito in italiano su Anarchici Contro il Muro:

Related Link: http://www.fdca.it/wall
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
George Floyd: one death too many in the “land of the free”
© 2005-2020 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]