user preferences

Upcoming Events

Internazionale | Vari

No upcoming events.

Questione giovanile e proletariato diffuso

category internazionale | vari | opinione / analisi author Tuesday August 09, 2016 00:51author by Lucio Garofalo Report this post to the editors

Chiunque pensi di discutere della questione giovanile nella società contemporanea, trattandola in un senso troppo generico o superficiale, rischierebbe di essere sterile, vacuo, inefficace, mescolando nel calderone una serie di tematiche diverse come politiche giovanili, forum dei giovani, musica e cultura giovanile, discoteche, tossicodipendenze e devianze giovanili, attività sportive, formazione culturale, alternanza scuola-lavoro, stage professionali ed altre forme subdole di sfruttamento dei giovani e via discorrendo. Alla fine è come non discuterne affatto. Non serve se non si focalizza il tema centrale, che è la precarietà, il concetto-chiave che descrive e riassume la drammatica e crudele situazione di fragilità e ricattabilità vissuta da intere generazioni di giovani...

Questione giovanile e proletariato diffuso

Chiunque pensi di discutere della questione giovanile nella società contemporanea, trattandola in un senso troppo generico o superficiale, rischierebbe di essere sterile, vacuo, inefficace, mescolando nel calderone una serie di tematiche diverse come politiche giovanili, forum dei giovani, musica e cultura giovanile, discoteche, tossicodipendenze e devianze giovanili, attività sportive, formazione culturale, alternanza scuola-lavoro, stage professionali ed altre forme subdole di sfruttamento dei giovani e via discorrendo. Alla fine è come non discuterne affatto. Non serve se non si focalizza il tema centrale, che è la precarietà, il concetto-chiave che descrive e riassume la drammatica e crudele situazione di fragilità e ricattabilità vissuta da intere generazioni di giovani. Si tratta di una condizione di servitù a vita, di vulnerabilità cronica e strutturale, di precarietà stabile o permanente (è una sorta di ossimoro), non solo dal punto di vista lavorativo, ma pure a livello socio-affettivo ed esistenziale. Il precariato diffuso è la base che rifornisce l'odierno proletariato, composto quasi esclusivamente dalle giovani generazioni, condannate a un destino di cieca disperazione collettiva, essendo private di ogni diritto e tutela, persino della speranza di riscatto e di emancipazione sociale, almeno nel contesto capitalistico in vigore. Mai come oggi è fin troppo chiaro che la cosiddetta "emergenza giovanile" non è solamente una mera questione generazionale, ma si intreccia e si identifica direttamente con la questione, più complessa e profonda, dell'alienazione economica, dello sfruttamento del pluslavoro, che si esplica tramite una serie di espedienti "tecnici" infidi, di meccanismi che tendono ad inasprire e cronicizzare la condizione della precarietà a vita, in cui oggi è ingabbiato il mondo giovanile. Un fenomeno aggravato ulteriormente dalla spaventosa crisi economica in atto, che denota caratteristiche irreversibili ed investe il capitalismo come sistema globale. A proposito del "che fare", ecco insorgere tutte le difficoltà e le criticità di un movimento (non solo giovanile) incapace ormai di opporsi, di lottare ed articolarsi come classe sociale, come soggetto politicamente organizzato. Intervengono dinamiche ostative e disgregative come, ad esempio, atteggiamenti e tendenze di origine piccolo-borghese: opportunismo ed individualismo sfrenato, morboso e quasi patologico. Temo che illudersi di contrastare o debellare il narcisismo individualista mediante Facebook, equivalga a combattere la mafia assoldando tizi come Riina e Provenzano. Per esperienza diretta ho dedotto che Facebook (ma il discorso è valido per i social-network in generale) è uno strumento diabolico e perverso, congegnato proprio per assecondare, alimentare o istigare il narcisismo, intellettuale ed esteriore, dei singoli individui, con il rischio di esaltare all'estremo le tendenze esibizioniste. Il narcisismo individualista ha arrecato non pochi guai in passato, specie quando lo si è gonfiato oltremisura. A maggior ragione, direi, se il narcisismo si sposa al potere ed al prestigio personale. Gli esempi celebri non mancano nemmeno nella storia del movimento operaio e comunista internazionale. Ne cito uno in particolare: Stalin. La lista dei capi narcisisti e paranoici è abbastanza nutrita ed illuminante. Ne discende il corollario finale secondo cui il narcisismo andrebbe assunto in dosi "modiche", altrimenti rischia di diventare più nocivo e letale della peste bubbonica.

Lucio Garofalo

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch

Front page

Aodhan Ó Ríordáin: Playing The Big Man in America

Nós anarquistas saudamos o 8 de março: dia internacional de luta e resistência das mulheres!

Özgürlüğümüz Mücadelemizdedir

IWD 2017: Celebrating a new revolution

Solidarité avec Théo et toutes les victimes des violences policières ! Non à la loi « Sécurité Publique » !

Solidaridad y Defensa de las Comunidades Frente al Avance del Paramilitarismo en el Cauca

A Conservative Threat Offers New Opportunities for Working Class Feminism

De las colectivizaciones al 15M: 80 años de lucha por la autogestión en España

False hope, broken promises: Obama’s belligerent legacy

Primer encuentro feminista Solidaridad – Federación Comunista Libertaria

Devrimci Anarşist Tutsak Umut Fırat Süvarioğulları Açlık Grevinin 39 Gününde

The Fall of Aleppo

Italia - Ricostruire opposizione sociale organizzata dal basso. Costruire un progetto collettivo per l’alternativa libertaria.

Recordando a César Roa, luchador de la caña

Prison Sentence to Managing Editor of Anarchist Meydan Newspaper in Turkey

Liberación de la Uma Kiwe, autonomía y territorio: una mirada libertaria para la comprensión de la lucha nasa

Misunderstanding syndicalism

American Anarchist and Wobbly killed by Turkey while fighting ISIS in Rojava

Devlet Tecavüzdür

Attaque fasciste sur la Croix Rousse et contre la librairie libertaire la Plume Noire

Red November, Black November – An Anarchist Response to the Election

Resistance at Standing Rock

1986-2016: 30° anniversario di Alternativa Libertaria/fdca

El feminismo es cuestión de vida o muerte

Internazionale | Vari | it

Mon 27 Mar, 12:45

browse text browse image

euparl.jpg imageHo prenotato un seggio a Bruxelles 14:11 Sat 31 May by Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

La globale crisi economico-finanziaria, giunta ormai al suo sesto anno consecutivo plasma e modella le elezioni europee e di rimando gli scenari nazionali. Sul 25 maggio si sono concentrate e scaricate le tensioni, le aspirazioni e le barbarie che in ogni paese della UE sono state alimentate dai processi economici in corso. Così, le misure anti-proletarie di austerity (dal nodo scorsoio dei piani di salvataggio fino ai recenti fiscal compact e pareggio di bilancio) - appena mitigate dalla tardiva azione della BCE (taglio dei tassi, iniezioni di liquidità) - hanno dettato le campagne elettorali di partiti e movimenti euro-popolari ed euro-populisti, euro-post/socialdemocratici ed euro-neoriformisti, euro-scettici ed euro-nazisti, tutti alla ricerca di un posto al sole nel parlamento europeo, ancorchè vittime, consapevoli o meno, di un clamoroso equivoco.

300_0___20_0_0_0_0_0_europesocial.jpg imageElezioni europee: solo la lotta paga! 00:50 Wed 03 Jun by Organizzazioni comuniste anarchiche europee 0 comments

Dal 4 al 7 giugno gli elettori europei saranno chiamati a votare per scegliere chi li "rappresenterà" nel Parlamento Europeo. Come comunisti anarchici, noi non riteniamo che le elezioni possano portare a dei cambiamenti reali, dato che preferiamo la democrazia diretta al posto della democrazia rappresentativa. In altre parole, preferiamo che le decisioni che riguardano tutti i lavoratori siano discusse ed adottate dagli stessi lavoratori, collettivamente. [English] [Deutsch] [Français] [Ελληνικά] [Português]

textProblemi tecnici su Anarkismo.net 16:20 Thu 27 Sep by Collettivo Redazionale 0 comments

Ultimamente questo sito è stato preso di mira dai generatori di spam. Abbiamo già comunicato la decisione di nascondere automaticamente tutti i commenti finché non approvati dai redattori, però il problema si è aggravato al punto che i redattori non possono per ora accedere ai commenti. Inoltre, il problema significa che sono visibili soltanto gli articoli della prima pagina del newswire.
Qundi, finché non saremo riusciti a risolvere il problema, chiediamo un po' di pazienza da parte dei nostri lettori e lettrici e chiediamo anche di non postare commenti agli articoli in quanto non potranno essere visualizzati.
Il Collettivo Redazionale di Anarkismo.net

textCommentare gli articoli su Anarkismo.net: un cambiamento 16:51 Mon 03 Sep by Anarkismo Editorial Group 0 comments

Ultimamente il sito di Anarkismo.net è soggetto di una gran quantità di spam, ossia articoli o più frequentemente commenti generati automaticamente dai programmi spam...

imageOltre le elezioni May 18 by Segreteria Nazionale FdCA 0 comments

Serviranno a poco, da un punto di vista istituzionale e di rappresentanza. Eppure queste elezioni europee saranno un test importante soprattutto sulle scomposizioni politiche in atto, per quanto così impregnate dal tentativo estremo di trovare ancora una volta la sicurezza economica ai candidati. E se questo è uno degli aspetti vistosi di questa campagna elettorale costruita dai media abilmente, che come sempre polarizzano lo scontro mediatico su temi pretestuosi in modo da offuscarne l'essenza politica vera, di fatto come sempre ci si adopera per togliere ogni spazio alle risposte oppositrici de processo autoritario in corso.

imageHo prenotato un seggio a Bruxelles May 31 FdCA 0 comments

La globale crisi economico-finanziaria, giunta ormai al suo sesto anno consecutivo plasma e modella le elezioni europee e di rimando gli scenari nazionali. Sul 25 maggio si sono concentrate e scaricate le tensioni, le aspirazioni e le barbarie che in ogni paese della UE sono state alimentate dai processi economici in corso. Così, le misure anti-proletarie di austerity (dal nodo scorsoio dei piani di salvataggio fino ai recenti fiscal compact e pareggio di bilancio) - appena mitigate dalla tardiva azione della BCE (taglio dei tassi, iniezioni di liquidità) - hanno dettato le campagne elettorali di partiti e movimenti euro-popolari ed euro-populisti, euro-post/socialdemocratici ed euro-neoriformisti, euro-scettici ed euro-nazisti, tutti alla ricerca di un posto al sole nel parlamento europeo, ancorchè vittime, consapevoli o meno, di un clamoroso equivoco.

imageElezioni europee: solo la lotta paga! Jun 03 FdCA - AL - L&S - WSM 0 comments

Dal 4 al 7 giugno gli elettori europei saranno chiamati a votare per scegliere chi li "rappresenterà" nel Parlamento Europeo. Come comunisti anarchici, noi non riteniamo che le elezioni possano portare a dei cambiamenti reali, dato che preferiamo la democrazia diretta al posto della democrazia rappresentativa. In altre parole, preferiamo che le decisioni che riguardano tutti i lavoratori siano discusse ed adottate dagli stessi lavoratori, collettivamente. [English] [Deutsch] [Français] [Ελληνικά] [Português]

textProblemi tecnici su Anarkismo.net Sep 27 Anarkismo.net 0 comments

Ultimamente questo sito è stato preso di mira dai generatori di spam. Abbiamo già comunicato la decisione di nascondere automaticamente tutti i commenti finché non approvati dai redattori, però il problema si è aggravato al punto che i redattori non possono per ora accedere ai commenti. Inoltre, il problema significa che sono visibili soltanto gli articoli della prima pagina del newswire.
Qundi, finché non saremo riusciti a risolvere il problema, chiediamo un po' di pazienza da parte dei nostri lettori e lettrici e chiediamo anche di non postare commenti agli articoli in quanto non potranno essere visualizzati.
Il Collettivo Redazionale di Anarkismo.net

textCommentare gli articoli su Anarkismo.net: un cambiamento Sep 03 Anarkismo 0 comments

Ultimamente il sito di Anarkismo.net è soggetto di una gran quantità di spam, ossia articoli o più frequentemente commenti generati automaticamente dai programmi spam...

© 2005-2017 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]