Benutzereinstellungen

Neue Veranstaltungshinweise

Grecia / Turchia / Cipro

Es wurden keine neuen Veranstaltungshinweise in der letzten Woche veröffentlicht

Kommende Veranstaltungen

Grecia / Turchia / Cipro | Imperialismo / Guerra

Keine kommenden Veranstaltungen veröffentlicht

CHI HA PORTATO IN SIRIA IL GAS SARIN?

category grecia / turchia / cipro | imperialismo / guerra | opinione / analisi author Samstag April 15, 2017 02:34author by Gianni Sartori Report this post to the editors

Due deputati del partito turco CHP hanno fornito ipotesi inquietanti sul gas sarin responsabile della morte di civili in Siria.
Esisterebbero responsabilità turche nella fornitura di "materie prime" al Fronte Al-Nusra

IL TRAFFICO DI GAS SARIN: DALLA TURCHIA AL FRONTE AL-NUSRA
(Gianni Sartori)

Da dove proveniva il gas sarin utilizzato in Siria per sterminare migliaia di civili inermi?
Anche dalla Turchia, stando a quello che hanno dichiarato in conferenza stampa i deputati del partito CHP Erdem Eren e Ali Seker.
Le “materie prime” necessarie per produrlo sarebbero transitate per la Turchia sotto la supervisione dell'intelligence e della polizia turca per essere trasportate nella località di Ahrar-i Sham.
Il destinatario? Il Fronte dei “ribelli” denominato Al-Nusra, legato ad Al Qaeda.
Il dato era emerso dalle intercettazioni telefoniche nel corso della causa intentata dall'Alta Corte di Adana contro una dozzina di esponenti di Al-Nusra e di un'altra banda di tagliagole, Ahrar-i Sam. Causa poi conclusa con un discutibile “non luogo a procedere”.

Una evidente contraddizione con quanto sosteneva, in linea con gli Stati Uniti, Recep Tayyp Erdogan. Il presidente turco si era sempre detto convinto della responsabilità del governo siriano per gli attacchi chimici
Non poche perplessità aveva poi suscitato il rilascio di Hytham Qaasap, accusato di aver procurato ai terroristi di Ahrar-ı Sham e di Al-Nusra le materie prime per la produzione di armi chimiche. Insieme a questo cittadino siriano, membro del fronte Al-Nusra, erano stati rilasciati anche altri sospetti (in particolare cinque cittadini turchi che lo avevano aiutato). Nonostante dalle conversazioni telefoniche intercettate emergesse chiaramente come e dove le sostanze chimiche erano state acquistate e come e dove i razzi per trasportare questi materiali venissero prodotti. Ovviamente in Turchia.

Seker ha ricordato che la produzione di gas nervino è stata avviata nel 1936 e quella di gas Sarin nel 1938.
Aveva poi sottolineato come il gas Sarin sia cinquecento volte più efficace del cianuro, il cui uso ha provocato la morte di oltre 5.000 persone ad Aleppo.
Il deputato di CHP aggiungeva che l’accusa menziona anche un acquisto di fosforo bianco (quello usato dagli Stati Uniti a Fallujah e da Israele a Gaza), altra sostanza chimica classificata come molto pericolosa . Ben noti i suoi effetti: brucia il corpo umano fino alle ossa lasciando intatti i vestiti.
Queste armi chimiche erano state utilizzate in Siria il 7 giugno e nell'agosto del 2013, ma ormai il caso è stato annullato e tutti i sospetti prosciolti.
Come è stato spiegato nella conferenza stampa “dei 13 sospettati che erano stati arrestati, 7 sono stati immediatamente rilasciati. L'indagine è proseguita per 6 di loro, che sono stati poi rilasciati qualche tempo dopo”. Da voci non confermate sembrerebbe che tutti questi oscuri personaggi nel frattempo siano stati trasferiti all'estero, al sicuro da ulteriori indagini.
Un rilascio, quello di tutti i sospettati nonostante la consistenza delle prove raccolte, che “lascia molto da pensare” secondo Şeker.
L'altro esponente del CHP presente alla conferenza stampa, Eren Erdem, ha sostenuto che “l’atto d’accusa è una prova del crimine di guerra commesso sul territorio della Repubblica turca e documenta lo sfondo dell’attacco di gas Sarin effettuato in Siria, la cui colpa è stata poi data al regime di Assad dai media convenzionali”.
Dove per “convenzionali” si dovrebbe forse intendere “allineati”.
Per Erdem anche l’Istituto di Meccanica e Chimica sarebbe coinvolto nel traffico di sostanze chimiche. Inoltre “l’atto d’accusa dimostra che i nomi di coloro che hanno procurato i materiali all’Istituto di Meccanica e Chimica non hanno avuto problemi con il controllo del passaporto alla dogana”. Una conferma che “la polizia turca e l’unità di intelligence erano state tutte informate su tutte queste preparazioni”.
Ora i deputati del CHP chiedono che l’allora ministro degli Interni e il PM rendano conto pubblicamente sulla vicenda. Appare quasi scontato che la loro legittima richiesta rimarrà inascoltata.
Gianni Sartori

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
¿Què està passant a Catalunya?

Hauptseite

Noi comunisti anarchici/libertari nella lotta di classe, nell'Europa del capitale

Luttons contre le harcèlement et toutes les violences patriarcales !

The Old Man and the Coup

Hands off the anarchist movement ! Solidarity with the FAG and the anarchists in Brazil !

URGENTE! Contra A Criminalização, Rodear De Solidariedade Aos Que Lutam!

¡Santiago Maldonado Vive!

Catalunya como oportunidad (para el resto del estado)

La sangre de Llorente, Tumaco: masacre e infamia

Triem Lluitar, El 3 D’octubre Totes I Tots A La Vaga General

¿Què està passant a Catalunya?

Loi travail 2017 : Tout le pouvoir aux patrons !

En Allemagne et ailleurs, la répression ne nous fera pas taire !

El acuerdo en preparacion entre la Union Europea y Libia es un crimen de lesa humanidad

Mourn the Dead, Fight Like Hell for the Living

SAFTU: The tragedy and (hopefully not) the farce

Anarchism, Ethics and Justice: The Michael Schmidt Case

Land, law and decades of devastating douchebaggery

Democracia direta já! Barrar as reformas nas ruas e construir o Poder Popular!

Reseña del libro de José Luis Carretero Miramar “Eduardo Barriobero: Las Luchas de un Jabalí” (Queimada Ediciones, 2017)

Análise da crise política do início da queda do governo Temer

Dès maintenant, passons de la défiance à la résistance sociale !

17 maggio, giornata internazionale contro l’omofobia.

Los Mártires de Chicago: historia de un crimen de clase en la tierra de la “democracia y la libertad”

Strike in Cachoeirinha

Grecia / Turchia / Cipro | Imperialismo / Guerra | it

Di 12 Dez, 20:11

browse text browse image

460_0___30_0_0_0_0_0_ankara.jpg imageNessun oblio, nessun perdono 19:08 So 25 Okt by Devrimci Anarşist Faaliyet 0 comments

Oggi, 10 ottobre, la "Manifestazione per il Lavoro, la Democrazia e la Pace", che era stata organizzata da diversi sindacati, associazioni e organizzazioni è stata colpita da un attentato dinamitardo. Come era già successo ad Amed nel mese di giugno e nel mese di luglio a Suruç, anche oggi ad Ankara gli attentati hanno ucciso decine di persone. [English]

Attentato a Suruç imageMassacro a Suruç in Turchia 17:01 Fr 24 Jul by International Secretary – Black Rose Anarchist Federation 0 comments

A mezzogiorno del 20 luglio, nella città di confine di Suruç nel Kurdistan turco, una bomba ha lacerato i corpi di comunisti, socialisti ed anarchici che si stavano recando a Kobane per partecipare alla sua ricostruzione. Decine di persone sono rimaste uccise, molti i feriti. [English]

textGrecia: Sull'attacco all'ambasciata USA 22:16 Mi 31 Jan by OAE - Ufficio stampa 0 comments

Comunicato dell'Ufficio Stampa della Federazione degli Anarchici della Grecia (OAE) sull'attacco contro l'ambasciata statunitense ad Atene del 12 gennaio 2007.

textGrecia: L'esercito nazionale e i documenti di esenzione 17:58 Di 23 Jan by OAE - ufficio stampa 0 comments

Il nostro obiettivo infatti deve essere un cambiamento dell'organizzazione sociale in cui l'esercito nazionale sia abolito, sostituito da una milizia popolare che difende la rivoluzione anarchica per l'uguaglianza, per la libertà e per la proprietà comune dei beni. E facciamo appello a tutti gli oppressi e gli sfruttati perché si uniscano a questa lotta.

textCHI HA PORTATO IN SIRIA IL GAS SARIN? Apr 15 by Gianni Sartori 0 comments

Due deputati del partito turco CHP hanno fornito ipotesi inquietanti sul gas sarin responsabile della morte di civili in Siria.
Esisterebbero responsabilità turche nella fornitura di "materie prime" al Fronte Al-Nusra

imageSiria: quale destino per i Curdi nei negoziati di Ginevra? Feb 10 by José Antonio Gutiérrez D. 0 comments

La settimana scorsa si doveva tenere a Ginevra una riunione nel quadro dei colloqui indiretti tra il governo siriano e le varie fazioni dell’esercito di “opposizione” raggruppate sotto il nome di Alto Comitato per i negoziati. L’inviato speciale delle Nazioni Unite per la crisi siriana, Staffan de Mistura, ha deciso di rinviare l’incontro al 25 febbraio. Curiosamente, il partito curdo PYD, che è, tra l’altro, un attore politico chiave nel futuro della Siria e l’unica forza che ha combattuto lo Stato islamico sul terreno, è stato escluso dalla riunione. È paradossale che esso venga boicottato come membro della riunione, mentre i media occidentali spesso presentato i kurdi come “amici” dell’Occidente, facendo attenzione a non parlare degli obiettivi politici di questo movimento ed a limitare la loro simpatia ad immagini semi-erotizzate di giovani donne armati di fucili. [Castellano] [Français] [Português]

imageNessun oblio, nessun perdono Okt 25 DAF - Azione rivoluzionaria anarchica 0 comments

Oggi, 10 ottobre, la "Manifestazione per il Lavoro, la Democrazia e la Pace", che era stata organizzata da diversi sindacati, associazioni e organizzazioni è stata colpita da un attentato dinamitardo. Come era già successo ad Amed nel mese di giugno e nel mese di luglio a Suruç, anche oggi ad Ankara gli attentati hanno ucciso decine di persone. [English]

imageMassacro a Suruç in Turchia Jul 24 Black Rose Anarchist Federation / Federación Anarquista Rosa Negra (BRRN) 0 comments

A mezzogiorno del 20 luglio, nella città di confine di Suruç nel Kurdistan turco, una bomba ha lacerato i corpi di comunisti, socialisti ed anarchici che si stavano recando a Kobane per partecipare alla sua ricostruzione. Decine di persone sono rimaste uccise, molti i feriti. [English]

textGrecia: Sull'attacco all'ambasciata USA Jan 31 (Federazione degli Anarchici della Grecia) 0 comments

Comunicato dell'Ufficio Stampa della Federazione degli Anarchici della Grecia (OAE) sull'attacco contro l'ambasciata statunitense ad Atene del 12 gennaio 2007.

textGrecia: L'esercito nazionale e i documenti di esenzione Jan 23 (Federazione degli Anarchici della Grecia) 0 comments

Il nostro obiettivo infatti deve essere un cambiamento dell'organizzazione sociale in cui l'esercito nazionale sia abolito, sostituito da una milizia popolare che difende la rivoluzione anarchica per l'uguaglianza, per la libertà e per la proprietà comune dei beni. E facciamo appello a tutti gli oppressi e gli sfruttati perché si uniscano a questa lotta.

© 2005-2017 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]