Benutzereinstellungen

Neue Veranstaltungshinweise

America centrale / Caraibi

Es wurden keine neuen Veranstaltungshinweise in der letzten Woche veröffentlicht

Kommende Veranstaltungen

America centrale / Caraibi | Imperialismo / Guerra

Keine kommenden Veranstaltungen veröffentlicht

Irlanda: Manifestazione contro l'occupazione di Haiti

category america centrale / caraibi | imperialismo / guerra | cronaca author Donnerstag Februar 08, 2007 20:59author by Paddy Rua - WSM Report this post to the editors

Giornata di Solidarietà Internazionale con Haiti

In Irlanda, il Workers Solidarity Movement (WSM) e il Latin American Solidarity Centre (LASC) hanno manifestato davanti all'ambasciata braziliana a Dublino, in solidarietà con le lotte della popolazione di Haiti.


Manifestazione contro l'occupazione di Haiti per la Giornata di Solidarietà Internazionale con Haiti


Nella storia recente di Haiti, il 7 febbraio è una giornata importante: oseremo dire che dovrebbe essere considerata importante anche per i movimenti delle classi lavoratrici di tutto il mondo. E' il giorno in cui si ricorda la caduta della tirannia di Duvalier nel 1986. Da allora, ogni anno la popolazione di Haiti commemora quella pietra miliare nella loro liberazione, con manifestazioni che servono anche per ricordarci che c'è ancora molta strada da fare nelle lotte.

In Irlanda, il Workers Solidarity Movement (WSM) e il Latin American Solidarity Centre (LASC) hanno manifestato davanti all'ambasciata braziliana a Dublino, in solidarietà con le lotte della popolazione di Haiti. Il picchetto è durato circa mezz'ora con la partecipazione di circa 25 persone, che cantavano slogans contro l'occupazione militare dell'ONU e contro le truppe latino americane che compongono la missione. Diverse persone incuriosite si sono avvicinate per chiedere spiegazioni su cosa accadeva in Haiti e abbiamo risposto alle loro domande, distribuendo anche un nostro volantino al riguardo.

Così abbiamo lanciato un messaggio forte e chiaro: non si dimentica nessuno; non restiamo indifferenti a nessuna lotta delle classi lavoratrici; stiamo sempre dalla parte dei lavoratori, delle lavoratrici e dei poveri che lottano per la libertà e per l'uguaglianza. La nostra è la stessa lotta della gente in Haiti e in tutti quei posti dove l'imperialismo e il capitalismo opprime e sfrutta le masse.

Basta con l'occupazione militare di Haiti!

Per un'alternativa socialista e libertaria alle crisi globali!

Paddy Rua, WSM

Traduzione a cura di FdCA-Ufficio relazioni internazionali

Foto della manifestazione

Verwandter Link: http://www.wsm.ie
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
George Floyd: one death too many in the “land of the free”

America centrale / Caraibi | Imperialismo / Guerra | Cronaca | it

Di 20 Okt, 09:17

browse text browse image

Sorry, no stories matched your search, maybe try again with different settings.

imageHonduras: triste epilogo per un ciclo di lotte di un popolo coraggioso Jun 22 by José Antonio Gutiérrez D. 0 comments

Noi non crediamo che i negoziati fatti alle spalle del popolo siano casuali. Fa parte di quel disprezzo verso le masse che da sempre è proprio del riformismo, anche se dice di negoziare per la nostra convenienza. Questo disprezzo ha delle basi politiche, e non è casuale che Zelaya preferisca lanciare appelli per la riconciliazione nazionale (cioè, la riconciliazione con i golpisti), piuttosto che per acuire la lotta di classe, che è poi il vero nodo della questione in Honduras e nel resto del continente. Che cosa significa questa riconciliazione per centinaia di contadini, di poveri, di lavoratori e di giornalisti che hanno dato la vita per questa lotta? Che cosa significa questa riconciliazione nazionale quando nessuna giustizia è stata fatta e nessuna delle richieste più elementari del popolo sono state rispettate? [Castellano] [Português]

imageSolidarietà con il popolo haitiano! No alla militarizzazione del paese! Feb 25 0 comments

Il terremoto che ha colpito Haiti il 12 gennaio 2010 ha anche scosso la coscienza ed il cuore di migliaia di persone in tutto il mondo, ricordando loro dell'esistenza di Haiti. Ha anche scosso la nostra memoria, poiché tra i titoli sulla catastrofe naturale, si sono trapelate molte informazioni sulle catastrofi sociali subite dal popolo haitiano, che non sono mai insegnate a scuola: le occupazioni militari delle Nazioni Unite e degli Stati Uniti, le dittature sanguinose sostenute dal Pentagono, gli embarghi e le sanzioni imposte dall'imperialismo francese e americano... tutti altrettanto devastanti, quanto il terremoto stesso. [Castellano] [Français] [English]

© 2005-2020 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]