preferenze utente

cerca nell'archivio del sito Cerca cerca nell'archivio del sito


Search comments

ricerca avanzata

Articoli recenti su Italia / Svizzera Migrazione / razzismo

Roma 21 ottobre, #nonèreato ott 20 17 by Alternativa Libertaria/fdca

The Harvest nov 16 16 by Alternativa Libertaria/FdCA

Sepolcri imbiancati.Sull'accordo UE/Turchia mar 31 16 by Alternativa Libertaria/FdCA

Gli schiavi di Castel Volturno

category italia / svizzera | migrazione / razzismo | stampa non anarchica author mercoledì luglio 16, 2014 22:50author by Lucio Garofalo Segnalare questo messaggio alla redazione

Vanno benissimo tutte le manifestazioni e le iniziative a favore delle popolazioni di Gaza e della causa palestinese. Idem per le vertenze in difesa della Costituzione, le mobilitazioni a sostegno della scuola pubblica e per il diritto allo studio, e tutte le lotte giuste e sacrosante. Ma alle porte di casa nostra (o Cosa Nostra) rischia di esplodere una vera e propria polveriera sociale.

Vanno benissimo tutte le manifestazioni e le iniziative a favore delle popolazioni di Gaza e della causa palestinese. Idem per le vertenze in difesa della Costituzione, le mobilitazioni a sostegno della scuola pubblica e per il diritto allo studio, e tutte le lotte giuste e sacrosante. Ma alle porte di casa nostra (o Cosa Nostra) rischia di esplodere una vera e propria polveriera sociale. Mi riferisco alla rivolta degli "schiavi negri" a Castel Volturno, lungo la via Domiziana. Un territorio che praticamente è in mano ai più feroci clan della camorra campana. Qui la manodopera africana (composta in gran parte da immigrati nigeriani e ghanesi) è ridotta letteralmente in schiavitù. Solo le "anime pie" dei benpensanti e farisei borghesi, o chi è in assoluta malafede, può fingere di sorprendersi e scandalizzarsi "ingenuamente". In simili vicende non esiste nulla di "candido". Né può intervenire in qualche misura la legalità dello stato borghese, complice e connivente delle bande criminali che sfruttano quegli schiavi africani. Uno stato che si erge a "tutore dell'ordine" solo quando essi, esasperati, insorgono contro i loro spietati aguzzini.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
© 2001-2021 Anarkismo.net. Salvo indicazioni diversi da parte dell'autore di un articolo, tutto il contenuto del sito può essere liberamente utilizzato per fini non commerciali sulla rete ed altrove. Le opinioni espresse negli articoli sono quelle dei contributori degli articoli e non sono necessariamente condivise da Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]