user preferences

Italia / Svizzera - Evento comunista anarchico
Saturday October 31 2015
18:30 hrs

Turchia/Kurdistan. Contro il fascismo ed il terrorismo di Stato, per la libertà e la ricostruzione di Kobane: solidarietà internazionale!

category italia / svizzera | imperialismo / guerra | evento comunista anarchico author Friday October 30, 2015 17:53author by Alternativa Libertaria/FdCA - Sezione "Silvia Francolini" di Fano-Pesaro Report this post to the editors

Sabato 31 ottobre 2015 alle ore 17.30, presso Infoshop di Via Serravalle a Fano

Iniziativa di controinformazione e solidarietà con la lotta del popolo curdo e del proletariato turco
in contemporanea con le manifestazioni previste in tutta Italia per il 31 ottobre ed 1 novembre

Turchia/Kurdistan. Contro il fascismo ed il terrorismo di Stato, per la libertà e la ricostruzione di Kobane: solidarietà internazionale!

L'1 novembre la Turchia torna al voto per la seconda volta in pochi mesi.

Con queste elezioni l'AKP, il partito del presidente Erdogan, vuole riconquistare quella maggioranza assoluta persa nelle elezioni precedenti, a causa del successo dell'HDP, il partito curdo che aveva superato lo sbarramento del 10%.

La campagna elettorale si è svolta in un clima di terrore.

Dopo gli attacchi omicidi ad Amed (Diyarbakir) e Suruç nei mesi di giugno e luglio, dopo i massacri compiuti dall'esercito turco nelle zone curde come a Cizre, il 10 ottobre un triplo attentato ha colpito al cuore la manifestazione del "blocco della Pace" ad Ankara, provocando più di 125 morti e centinaia di feriti. Un attentato terroristico contro il movimento dei lavoratori.

Infatti la manifestazione contro gli interventi militari nei territori curdi era stata indetta da due confederazioni sindacali nazionali e da due sindacati dei medici e degli ingegneri/architetti, storicamente vicini all'ala più progressista del movimento sindacale. Le organizzazioni curde avevano aderito in massa, insieme ad organizzazioni politiche progressiste e rivoluzionarie turche, insieme alla minoranza religiosa alevita.

Questa mobilitazione unitaria per la pace a pochi giorni dalle elezioni era il segno evidente del processo di convergenza di forze di opposizione alla politica repressiva ed omicida dell'AKP. Di fronte a questa minaccia, dopo la sconfitta elettorale e la perdita di consenso e di voti dell'AKP -dovuta alla repressione contro il movimento di Gezi Park nel 2013, contro la mobilitazione curda per Kobane nel 2014 e contro lo sciopero dei metalmeccanici nel 2015- lo Stato turco ha scelto ancora una volta la carta del terrorismo contro la classe lavoratrice, come spesso ha fatto nella storia del paese.

L'ISIS, a cui si vorrebbe dare la colpa dell'attentato di Ankara come di quello di Suruç, insieme ai Corpi Ottomani (responsabili di 104 attacchi contro sedi curde l'8 settembre scorso), insieme alle milizie sunnite sostenitrici di Erdogan (l'IBDA-C e i Kurds Hezbullah), ai Lupi Grigi, a mafiosi come Sedat Peker (che giusto il 9 ottobre aveva minacciato i Curdi di far scorrere il loro sangue come un fiume), alle Brigate Turcomanne (nemiche dei Curdi a Kobane), sono tutte forze sostenitrici e sostenute dall'AKP nel tentativo di seminare il terrore in Turchia, nel Kurdistan ed in Medio Oriente per inseguire il fosco sogno restauratore della supremazia sunnita nel mondo musulmano insieme ad Arabia Saudita e Qatar.

Un sogno che ha portato Erdogan a puntare sulla distruzione della Siria.

Un sogno che appare ora definitivamente infranto dal recente intervento militare russo.

Un sogno già compromesso dalla vittoriosa resistenza di Kobane e dei Curdi della Rojava all'assedio dell'ISIS e dell'esercito turco.

Il grave pericolo per la classe lavoratrice turca e curda è che l'AKP voglia portare in Turchia quel terrore che ha devastato la Siria, a costo di mettere tutto il paese a ferro e fuoco.

Ci sono tre forze che, unite, potrebbero impedire a Erdogan di realizzare il suo programma liberticida e sterminatore: il movimento popolare di Gezi Park insorto nel 2013 per protestare contro le politiche di devastazione del territorio delle grandi imprese e contro la mancanza di libertà politica ed individuale, il movimento popolare curdo insorto a difesa di Kobane nel 2014, il movimento operaio che nel maggio 2015 ha portato decine di migliaia di metalmeccanici in piazza da Bursa ad altri centri industriali del paese.

La convergenza di queste tre forze potrebbe sconfiggere i piani assolutistici di Erdogan ed aprire in Turchia una fase di conquista di diritti e di libertà finora negati.

Contro il fascismo ed il terrorismo di Stato, solidarietà internazionale con i sindacati, con i lavoratori turchi e curdi uniti, con le forze progressiste e rivoluzionarie, per la libertà e la ricostruzione di Kobane.


Alternativa Libertaria/fdca, sezione "Silvia Francolini" di Fano-Pesaro
31 ottobre 2015

Related Link: http://www.fdca.it
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch

Front page

Reflexiones sobre la situación de Afganistán

Αυτοοργάνωση ή Χάος

South Africa: Historic rupture or warring brothers again?

Declaración Anarquista Internacional: A 85 Años De La Revolución Española. Sus Enseñanzas Y Su Legado.

Death or Renewal: Is the Climate Crisis the Final Crisis?

Gleichheit und Freiheit stehen nicht zur Debatte!

Contre la guerre au Kurdistan irakien, contre la traîtrise du PDK

Meurtre de Clément Méric : l’enjeu politique du procès en appel

Comunicado sobre el Paro Nacional y las Jornadas de Protesta en Colombia

The Broken Promises of Vietnam

Premier Mai : Un coup porté contre l’un·e d’entre nous est un coup porté contre nous tou·tes

Federasyon’a Çağırıyoruz!

Piştgirîye Daxuyanîya Çapemenî ji bo Êrîşek Hatîye li ser Xanîyê Mezopotamya

Les attaques fascistes ne nous arrêteront pas !

Les victoires de l'avenir naîtront des luttes du passé. Vive la Commune de Paris !

Contra la opresión patriarcal y la explotación capitalista: ¡Ninguna está sola!

100 Years Since the Kronstadt Uprising: To Remember Means to Fight!

El Rei està nu. La deriva autoritària de l’estat espanyol

Agroecology and Organized Anarchism: An Interview With the Anarchist Federation of Rio de Janeiro (FARJ)

Es Ley por la Lucha de Las de Abajo

Covid19 Değil Akp19 Yasakları: 14 Maddede Akp19 Krizi

Declaración conjunta internacionalista por la libertad de las y los presos politicos de la revuelta social de la región chilena

[Perú] Crónica de una vacancia anunciada o disputa interburguesa en Perú

Nigeria and the Hope of the #EndSARS Protests

© 2005-2021 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]