user preferences

SturmTrump ringrazia Obama

category internazionale | imperialismo / guerra | opinione / analisi author Wednesday November 16, 2016 18:45author by Lucio Garofaloauthor email l.garofalo64 at gmail dot com Report this post to the editors

Provo a mettere un po' d'ordine tra le varie interpretazioni e le valutazioni più disparate che ho letto in questi giorni sulla vittoria di Trump (imprevista solo per i media "mainstream") alle elezioni presidenziali USA...

SturmTrump ringrazia Obama

Provo a mettere un po' d'ordine tra le varie interpretazioni e le valutazioni più disparate che ho letto in questi giorni sulla vittoria di Trump (imprevista solo per i media "mainstream") alle elezioni presidenziali USA. A parte la scarsa credibilità etica e politica di una candidata sostenuta apertamente dall'establishment imperialista e guerrafondaio come Killary Clinton, questa ha perso soprattutto (a mio modesto avviso) a causa del clamoroso fallimento delle politiche sociali ed economiche perseguite dall'amministrazione Obama, la cui elezione suscitò enormi speranze tra gli strati sociali meno abbienti e maggiormente in difficoltà in seguito alla crisi economica. Invece, negli anni di amministrazione Obama le fasce della popolazione sprofondate al di sotto della soglia di povertà si sono addirittura estese, coinvolgendo quelli che un tempo erano considerati i ceti intermedi benestanti. Non a caso, ritengo che il voto più determinante per il successo presidenziale di SturmTrump sia probabilmente venuto dai ceti operai e piccolo-borghesi impoveriti dalla recessione e dalle politiche fallimentari dell'amministrazione Obama. A "decidere" le sorti degli USA e del mondo, "optando" per il fascio-populismo (il razzismo xenofobo, il sessismo, la misoginia e quant'altro Trump incarna agli occhi dei "radical-chic" scandalizzati) sono stati pezzi di proletariato e piccola borghesia statunitensi, che hanno visto deluse le speranze riposte in Barack Obama all'indomani della sua elezione nel 2008. Intendo dire che quanti negli USA stanno scendendo in piazza per manifestare la propria rabbia ed indignazione al grido di "Trump non è il mio presidente", dov'erano prima? Perché non si sono mobilitati contro le politiche interne (ed internazionali) intraprese dall'amministrazione Obama? È vero che abbiamo assistito al sorgere del movimento degli Indignati contro Wall Street ed i responsabili della crisi. Ma tale movimento si è spento assai presto, non si è radicato in modo capillare tra le classi operaie e lavoratrici statunitensi per dare vita ad un'opinione pubblica progressista di sinistra, radicalmente alternativa o antagonista rispetto al sistema (establishment) dominante. Si è "consolato" con l'appoggio al candidato più schierato a sinistra, ovvero Bernie Sanders, con l'esito politico-elettorale a cui oggi abbiamo assistito.

Lucio Garofalo

This page has not been translated into 한국어 yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
George Floyd: one death too many in the “land of the free”

Front page

XVI Seminario Militante. Pensamiento anarquista latinoamericano

Σημειώσεις για την τηλεργασία

O ocaso da Escola de Defesa Sul americana, um fracasso planejado da integração regional em âmbito securitário

Ciriaco Duarte - Ο αναρχισμός στην Παραγουάη

Μνήμη David Graeber

“Cristofobia” ou a simples subserviência: o discurso de Bolsonaro na ONU

Η Αναρχική Κομμουνιστική Πολιτική Οικονομία

Solidariedade aos/às 51 antifascistas presos em Tessalônica, Grécia, em 16 de setembro de 2020.

Book Review: Unflattering Photos of Fascists

Aλληλεγγύη στους 51 αντιφασίστες της Θεσσαλονίκης

Balance movilización nacional del 21 de septiembre de 2020

Déclaration internationale de solidarité aux 51 antifascistes arrêté-es à Thessalonique, en Grèce, le 16 septembre 2020.

Η αναρχοκομμουνιστική οργάνωση Die Plattform

Book Review: 'For Workers' Power'

Solidarietà ai 51 antifascisti arrestati a Salonicco il 16/9/2020

Solidaridad con los/as 51 antifascistas que fueron arrestados en Tesalónica, Grecia el pasado 16 de septiembre de 2020.

International statement of solidarity with the 51 anti-fascists who were arrested in Thessaloniki, Greece, on 16/9/2020.

Αναρχισμός στην Οθωμανική Αυτοκρατορία

Donald Trump: A New Emperor of the Lumpenproletariat?

September 2020 Kate Sharpley Library Bulletin online

Η Τέχνη υπό τον καπιταλισμό

Movie Review: 'SAVAGE'

Τα τρία τριαντάφυλλα της θάλασσας

È Uscito Il Primo Numero De "Il Cantiere"

© 2005-2020 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]