user preferences

[Italia] School bonus per le scuole paritarie

category italia / svizzera | scuola e università | opinione / analisi author Saturday January 21, 2017 21:31author by donato romito - Alternativa Libertaria/Fdca Report this post to the editors

corsia preferenziale per i finanziamenti privati alle scuole paritarie

La lobby delle scuole paritarie (nella stragrande maggioranza istituti cattolici) ha finalmente ottenuto quanto chiedeva da anni:
una scuola riformata sui principi della personalizzazione e del familismo

Corsia preferenziale per lo school bonus alle scuole paritarie
Sul numero 178 di Cenerentola, in http://www.cenerentola.info/index.php/dibattiti-e-opini...bonus
avevamo analizzato il percorso che in più di 15 anni ha portato alla situazione attuale.
La Legge 107/2015 "Buona Scuola" prevede la possibilità per le famiglie di poter disporre erogazioni liberali a favore delle scuole (pubbliche e paritarie) da versare presso un conto della Tesoreria dello Stato, che poi si impegna a versare il 90% di quella somma all'istituzione scolastica beneficiaria.
La Legge di Bilancio 232/2016 ha invece introdotto una deroga a quanto disposto dalla Legge 107.
La deroga consiste in questo: chi intende disporre erogazioni liberali a favore delle scuole paritarie (private, comunali o provinciali) può effettuare i versamenti direttamente sul loro conto corrente o postale e non sulla Tesoreria dello Stato.
Lo scopo della deroga è ovviamente quello di far giungere il più rapidamente possibile risorse finanziarie alle scuole paritarie (da alcuni anni in difficoltà economiche).
Le scuole pubbliche, invece, dovranno aspettare che il Tesoro reindirizzi le risorse ai singoli istituti beneficiari.
Le erogazioni liberali possono essere destinate a tre categorie di investimenti, a cui è vincolato il bonifico:
- realizzare nuove strutture scolastiche
- manutenzione e potenziamento delle strutture esistenti
- interventi che migliorino l'occupabilità degli studenti.
Il risparmio fiscale a favore del donatore è quello del credito d'imposta che è pari al 65% per gli anni scolastici 2016 e 2017 e del 50% per il 2018.
Lo school bonus si aggiunge alla prassi del cosiddetto "contributo volontario" (in realta una sorta di tassa decisa da ogni singolo istituto), che però è possibile portare in detrazione al 19% per erogazioni finalizzate all'innovazione tecnologica, all'ampliamento dell'offerta formativa, all'edilizia scolastica e universitaria.
Questo per le persone fisiche.
Ma utilizzare lo school bonus è possibile anche per le imprese, che possono disporre erogazioni liberali per le scuole portandole in deduzione del 2% dal reddito d'impresa dichiarato.
Il che apre loro una "convenienza" ad investire nelle scuole -soprattutto pubbliche- per poi influenzarne se non orientarne l'offerta formativa.
Vedremo come andrà la raccolta dei fondi, ma sicuramente da questa deroga emergono due elementi di opacità: non avremo contezza del totale delle erogazioni liberali a favore delle scuole paritarie se queste non passano per il Tesoro; non avremo contezza di quanto affluirà direttamente nelle casse delle singole scuole paritarie, i cui bilanci non sono sotto controllo pubblico.
Insomma, il finanziamento privato alle scuole paritarie diventa sommerso.
La lobby delle scuole paritarie (nella stragrande maggioranza istituti cattolici) ha finalmente ottenuto quanto chiedeva da anni:
"...una scuola riformata sui principi della personalizzazione e del familismo. Studenti e genitori, trasformati da soggetti di diritto alla formazione in utenti /consumatori di un’offerta impacchettata rischiano di non cogliere più l’interesse collettivo di cui è portatrice l’istituzione scuola e di cui essi sono destinatari e protagonisti, per impegnarsi invece nella ricerca del successo personale in studi scelti per un fine particolare e non per conseguire una formazione olistica." (cfr. http://www.cenerentola.info/index.php/dibattiti-e-opini...bonus).
O meglio: i soldi li dò alla scuola di mio figlio.
Donato Romito (Alternativa Libertaria/fdca)

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Employees at the Zarfati Garage in Mishur Adumim vote to strike on July 22, 2014. (Photo courtesy of Ma’an workers union)

Front page

Reseña del libro de José Luis Carretero Miramar “Eduardo Barriobero: Las Luchas de un Jabalí” (Queimada Ediciones, 2017)

Análise da crise política do início da queda do governo Temer

Dès maintenant, passons de la défiance à la résistance sociale !

17 maggio, giornata internazionale contro l’omofobia.

Los Mártires de Chicago: historia de un crimen de clase en la tierra de la “democracia y la libertad”

Strike in Cachoeirinha

(Bielorrusia) ¡Libertad inmediata a nuestro compañero Mikola Dziadok!

DAF’ın Referandum Üzerine Birinci Bildirisi:

Cajamarca, Tolima: consulta popular y disputa por el territorio

Statement on the Schmidt Case and Proposed Commission of Inquiry

Aodhan Ó Ríordáin: Playing The Big Man in America

Nós anarquistas saudamos o 8 de março: dia internacional de luta e resistência das mulheres!

Özgürlüğümüz Mücadelemizdedir

IWD 2017: Celebrating a new revolution

Solidarité avec Théo et toutes les victimes des violences policières ! Non à la loi « Sécurité Publique » !

Solidaridad y Defensa de las Comunidades Frente al Avance del Paramilitarismo en el Cauca

A Conservative Threat Offers New Opportunities for Working Class Feminism

De las colectivizaciones al 15M: 80 años de lucha por la autogestión en España

False hope, broken promises: Obama’s belligerent legacy

Primer encuentro feminista Solidaridad – Federación Comunista Libertaria

Devrimci Anarşist Tutsak Umut Fırat Süvarioğulları Açlık Grevinin 39 Gününde

The Fall of Aleppo

Italia - Ricostruire opposizione sociale organizzata dal basso. Costruire un progetto collettivo per l’alternativa libertaria.

Recordando a César Roa, luchador de la caña

© 2005-2017 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]