user preferences

Fora U G7

category italia / svizzera | imperialismo / guerra | cronaca author Friday March 03, 2017 19:06author by Alternativa Libertaria/fdca - sezione "Delo Trouda" Palermo Report this post to the editors

assemblea del 25-26 febbraio 2017

Sabato 25 e domenica 26 febbraio si è tenuta a Palermo l'Assemblea Internazionale "FORA U G7" per organizzare le iniziative contro il G7 di Taormina del 26 e 27 maggio prossimi. Il 26 maggio giungeranno a Taormina i capi di governo di Italia, Francia, Germania, UK, Giappone, Canada, USA e sarà la prima uscita europea di Trump.

foto1_copy.jpg

Sabato 25 e domenica 26 febbraio si è tenuta a Palermo l'Assemblea Internazionale "FORA U G7" per organizzare le iniziative contro il G7 di Taormina del 26 e 27 maggio prossimi. Il 26 maggio giungeranno a Taormina i capi di governo di Italia, Francia, Germania, UK, Giappone, Canada, USA e sarà la prima uscita europea di Trump.

Alla due giorni hanno partecipato più di 200 persone con delegazioni dei Paesi Baschi, Catalogna, Amburgo, Corsica, Torino, Val Susa, Napoli, Roma, Bologna, Padova, oltre le delegazioni siciliane di Messina, Catania, Caltanissetta, Palermo, Agrigento, Trapani.

La due giorni si è articolata in una assemblea plenaria il pomeriggio di sabato; quattro gruppi tematici (studenti, lavoro, migranti, territorio) la domenica mattina, per concludersi nel pomeriggio di domenica con l'assemblea plenaria.

Nell'assemblea di sabato sono intervenute le varie delegazioni ed in particolare quella tedesca che ci ha delucidato sulle mobilitazioni previste per il G20 che si svolgerà ad Amburgo a luglio.

Dopo le introduzioni dei ragazzi di Anomalia (organizzatori della due giorni) Gino Sturniolo ha aperto l'assemblea e ha illustrato in modo chiaro ed esaustivo la complessità dell'organizzazione NoG7, chiarendo che non potrà essere una semplice rappresentazione di dissenso ma dovrà essere un momento significativo per il rilancio delle lotte territoriali e del lavoro, per indicare nelle politiche globali le strette securitarie, lo stato di impoverimento delle classi lavorative, l'attacco allo stato sociale, la costruzione dei muri, lo stato di guerra sempre più esteso nel mediterraneo e nel vicino oriente. Sturniolo ha anche illustrato lo stato dell'arte dei rapporti con la Questura di Messina per l'agibilità di piazza nei giorni del G7 a Taormina, sottolineando l'importanza di svolgere proprio a Taormina la nostra manifestazione di massa.

Gli interventi sindacali in assemblea, oltre quello dei COBAS, sono stati quello di una rappresentante nazionale della opposizione interna della FIOM e una rappresentante UNICOBAS. Nessun intervento di partiti vari (tranne il PCL e Pcm/proletari comunisti). Sono intervenuti fra gli altri oltre i tedeschi, i Baschi, i Catalani, l'Excarcere di Palermo, Ascatasuna di Torino, 081 di Napoli, NoTav val Susa, ANTUDO di Palermo, Insurgenza Napoli, rete della Conoscenza Roma, Cso Pedro Padova, e individualità di Bologna, Roma, Catania.

Dall'Assemblea è uscito l'impegno di attraversare tutte le mobilitazioni che attualmente sono calendarizzate fino al 26 maggio, ed in particolare le manifestazioni e lo sciopero dell'8 marzo, lo sciopero della scuola del 17 marzo, la mobilitazione del 25 marzo a Roma contro i Patti di Roma, il 1° maggio. L'impegno comune è stato quello di organizzare la nostra presenza a Taormina nei giorni del G7 e non in altro luogo.

Domenica 26, gruppo di lavoro sulle tematiche sindacali dove erano presenti rappresentanti FIOM, CGIL, Unicobas, SlaiCOBAS sindacato di classe. Dal gruppo è emersa l'esigenza di avere uno spazio tematico sulle lotte del lavoro nella due giorni 26 e 27 maggio, di arrivare a tale date con una serie di assemblee unitarie dove è possibile, di pensare un eventuale sciopero generale regionale o provinciale (Messina) per il 26 maggio, i primi di aprile si organizzerà una assemblea a Messina.

http://www.infoaut.org/index.php/blog/target/item/18355...-u-g7

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Employees at the Zarfati Garage in Mishur Adumim vote to strike on July 22, 2014. (Photo courtesy of Ma’an workers union)

Front page

Reseña del libro de José Luis Carretero Miramar “Eduardo Barriobero: Las Luchas de un Jabalí” (Queimada Ediciones, 2017)

Análise da crise política do início da queda do governo Temer

Dès maintenant, passons de la défiance à la résistance sociale !

17 maggio, giornata internazionale contro l’omofobia.

Los Mártires de Chicago: historia de un crimen de clase en la tierra de la “democracia y la libertad”

Strike in Cachoeirinha

(Bielorrusia) ¡Libertad inmediata a nuestro compañero Mikola Dziadok!

DAF’ın Referandum Üzerine Birinci Bildirisi:

Cajamarca, Tolima: consulta popular y disputa por el territorio

Statement on the Schmidt Case and Proposed Commission of Inquiry

Aodhan Ó Ríordáin: Playing The Big Man in America

Nós anarquistas saudamos o 8 de março: dia internacional de luta e resistência das mulheres!

Özgürlüğümüz Mücadelemizdedir

IWD 2017: Celebrating a new revolution

Solidarité avec Théo et toutes les victimes des violences policières ! Non à la loi « Sécurité Publique » !

Solidaridad y Defensa de las Comunidades Frente al Avance del Paramilitarismo en el Cauca

A Conservative Threat Offers New Opportunities for Working Class Feminism

De las colectivizaciones al 15M: 80 años de lucha por la autogestión en España

False hope, broken promises: Obama’s belligerent legacy

Primer encuentro feminista Solidaridad – Federación Comunista Libertaria

Devrimci Anarşist Tutsak Umut Fırat Süvarioğulları Açlık Grevinin 39 Gününde

The Fall of Aleppo

Italia - Ricostruire opposizione sociale organizzata dal basso. Costruire un progetto collettivo per l’alternativa libertaria.

Recordando a César Roa, luchador de la caña

© 2005-2017 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]