Benutzereinstellungen

Kommende Veranstaltungen

Italia / Svizzera | Economia

Keine kommenden Veranstaltungen veröffentlicht
Recent articles by CIB Unicobas
This author has not submitted any other articles.
Recent Articles about Italia / Svizzera Economia

Italia, Bari: NO G7 May 11 17 by Alternativa Libertaria/FdCA

Bari: NO G7 May 11 17 by Alternativa Libertaria/FdCA

L’incubo del futuro? Una bella patria populista, sovranista e protezio... Mar 27 17 by Alternativa Libertaria/FdCA

NO G7, ne G8 o G20 - Vogliamo Libertà, Uguaglianza, Solidarietà.

category italia / svizzera | economia | comunicato stampa author Saturday May 13, 2017 02:21author by CIB Unicobas - Bari Report this post to the editors

Bari, contro il G7

NO G7, ne G8 o G20 - Vogliamo Libertà, Uguaglianza, Solidarietà.

13 MAGGIO 2017, ore 9,00, Largo 2 Giugno (ingresso V.le Einaudi)

SCIOPERO SOCIALE e MANIFESTAZIONE STUDENTESCA

NOI CI SAREMO!

NO G7, ne G8 o G20 - Vogliamo Libertà, Uguaglianza, Solidarietà.

13 MAGGIO 2017, ore 9,00, Largo 2 Giugno (ingresso V.le Einaudi)

SCIOPERO SOCIALE e MANIFESTAZIONE STUDENTESCA

NOI CI SAREMO!

La fase storica più recente (circa 30 anni) è stata dominata dall’affermarsi del «pensiero unico», cioè il primato ideologico dell’economia del libero mercato capitalistico globalizzato e dell’«unico modello possibile» di sedicente «democrazia rappresentativa» ad esso associato, entrambi attuati spesso in modo spregiudicato e/o esportati con la forza.

Col “giro di boa” del “secolo breve”, il XX, in cui nella storia dell’umanità si sono visti tutti i possibili mali immaginabili e inimmaginabili [I e II guerra mondiale, il nazi-fascismo, gli stati polizieschi marxisti-leninisti, lo sterminio degli ebrei nei campi di concentramento tedeschi o di quello degli oppositori politici nei gulag stalinisti, le guerre del Vietnam e in estremo oriente, le dittature militari sud-americane, le guerre nei balcani, le interminabili guerre nel mondo islamico e in medio oriente, la catastrofe umanitaria nel continente africano, il riemergere del razzismo e della xenofobia, ecc.]; con il crollo del bastione marxista e del comunismo autoritario, venuto giù con la «caduta del muro di Berlino» il 9 novembre 1989; col tramonto dello scontro tra le ideologie stataliste contrapposte, capitalismo e marxismo, l’umanità avrebbe dovuto viaggiare vento in poppa, come garantivano i “capitalisti vincitori\\\", verso un futuro di pace, benessere e felicità per tutti.

Al contrario, l’innescarsi delle crisi senza fine del capitalismo globalizzato, il secondo bastione dello scontro ideologico, oltre che causare gravi conseguenze alle condizioni di vita degli strati sociali più deboli, ci sta portando dritti verso una catastrofe globale che colpisce tutti, con in più il mostro della guerra nucleare che rialza paurosamente la testa.

Negli ultimi vent’anni abbiamo assistito: al dilagare delle guerre regionali per il controllo delle risorse energetiche, spesso strumentalmente mascherate da guerre di religione, col conseguente corollario di atti terroristici; all’aumento delle disuguaglianze sociali e di accentramento delle ricchezze nelle mani di pochi paesi o gruppi di potere; all’aumento dell’inquinamento globale e degli squilibri climatici; alla crescita esponenziale delle migrazioni di enormi masse di umanità, a seguito delle guerre fratricide, della povertà, degli squilibri ambientali, della disoccupazione di massa.

Il G7, nato nel 1975 (che dal 1998 al 2014 aveva coinvolto anche la Russia come G8 o altri paesi come G20), è il vertice dei ministri dell\\\'economia delle sette nazioni sviluppate con la ricchezza nazionale netta più grande al mondo; fu fondato per facilitare le iniziative macroeconomiche condivise dai suoi membri in risposta alle crisi economiche mondiali, a partire da quella del 1971 (col crollo del tasso di cambio, la crisi energetica e la conseguente recessione) che ormai si ripetono in continuazione, creando nel mondo un crescente divario tra i pochi ricchi e una massa di miliardi di poveri.

Il G7 di Bari dell\\\'11-13 Maggio 2017, come riportato in un documento del Cordinamento PugliaContoilG7, intitolato “Ammin abbasc u g sett\\\": \\\"sarà un summit che richiamerà circa 400 delegati, provenienti dalle sette potenze mondiali (Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito, Stati Uniti), tra i ministri delle Finanze, i presidenti delle banche centrali, i rappresentanti della Banca centrale europea (BCE) e i responsabili del Fondo monetario internazionale (FMI). Sono loro a creare la povertà e le differenze sociali e vogliono venire qui ad imporci militarmente la loro presenza per discutere di crescita, occupazione e disuguaglianza.
Insomma attorno a quei tavoli ci saranno tutti/e quelli/e che gestiscono le nostre vite e decidono, dall\\\'alto delle loro poltrone, come deve svolgersi la nostra esistenza, da quello che mangiamo, all\\\'aria che respiriamo, al lavoro/schiavitù che dobbiamo fare per rafforzare il loro potere e farci campare di stenti, alla formazione scolastica inculcata, alla libertà negata a tutti/e di valicare \\\"muri e confini\\\" costruiti unicamente in difesa di interessi economici e del controllo territoriale e sociale.\\\"

... E per non disturbare lor signori è stata militarizzata la città: \\\"Ubi solitudinem faciunt, pacem appellant\\\" (Laddove fanno il deserto, lo chiamano pace - Publio Cornelio Tacito).
Dall\\\'11 al 13 maggio: 80 scuole chiuse, interi quartieri blindati (da Libertà a Madonnella, da Bari Vecchia a Murat), alcune strade saranno interdette al traffico e in alcune zone sarà vietato anche camminare a piedi.
Stanno terrorizzando la città, attraverso i mass-media compiacenti, diffondendo la paura per atti terroristici o per manifestazioni violente causate dalla calata dei \\\"black block\\\", il tutto “per proteggere i baresi dal pericolo”.

A questo clima si sono accodati i sindacati CGIL-CISL-UIL-SALFI-FLP e l\\\'USB (??? N.d.R.) che con le loro segreterie territoriali hanno chiesto la chiusura anche degli uffici pubblici. “Ragioni di sicurezza spingono alla chiusura, nella zona ad alto rischio — spiega in una nota la Fp Cgil Puglia — non solo per eventuali attacchi terroristici ma anche per la presenza di manifestanti violenti, pure previsti in occasione di incontri istituzionali di caratura internazionale come il G7.”

(http://bari.repubblica.it/cronaca/2017/05/05/news/g7_a_...7982/)

(http://www.corriere.it/economia/17_maggio_06/i-sindacat...shtml)

Noi non ci facciamo intimidire o terrorizzare e, nonostante tutto, allo Sciopero Sociale del 13 maggio CI SAREMO ANCHE NOI, per testimoniare il diritto e la libertà di protestare contro le politiche egoistiche che pochi potentati decidono sulla vita e la pelle di tutte/i e dell\\\'intera umanità.

CIB Unicobas UniBa
Per una Società Senza Classi, per l\\\'Autogestione Sociale
sede sindacale di ateneo \\\"Cettina Pellegrino\\\"
aperta tutti i martedì 15,30-18,30; tel. 080 571 4067

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Employees at the Zarfati Garage in Mishur Adumim vote to strike on July 22, 2014. (Photo courtesy of Ma’an workers union)

Hauptseite

Reseña del libro de José Luis Carretero Miramar “Eduardo Barriobero: Las Luchas de un Jabalí” (Queimada Ediciones, 2017)

Análise da crise política do início da queda do governo Temer

Dès maintenant, passons de la défiance à la résistance sociale !

17 maggio, giornata internazionale contro l’omofobia.

Los Mártires de Chicago: historia de un crimen de clase en la tierra de la “democracia y la libertad”

Strike in Cachoeirinha

(Bielorrusia) ¡Libertad inmediata a nuestro compañero Mikola Dziadok!

DAF’ın Referandum Üzerine Birinci Bildirisi:

Cajamarca, Tolima: consulta popular y disputa por el territorio

Statement on the Schmidt Case and Proposed Commission of Inquiry

Aodhan Ó Ríordáin: Playing The Big Man in America

Nós anarquistas saudamos o 8 de março: dia internacional de luta e resistência das mulheres!

Özgürlüğümüz Mücadelemizdedir

IWD 2017: Celebrating a new revolution

Solidarité avec Théo et toutes les victimes des violences policières ! Non à la loi « Sécurité Publique » !

Solidaridad y Defensa de las Comunidades Frente al Avance del Paramilitarismo en el Cauca

A Conservative Threat Offers New Opportunities for Working Class Feminism

De las colectivizaciones al 15M: 80 años de lucha por la autogestión en España

False hope, broken promises: Obama’s belligerent legacy

Primer encuentro feminista Solidaridad – Federación Comunista Libertaria

Devrimci Anarşist Tutsak Umut Fırat Süvarioğulları Açlık Grevinin 39 Gününde

The Fall of Aleppo

Italia - Ricostruire opposizione sociale organizzata dal basso. Costruire un progetto collettivo per l’alternativa libertaria.

Recordando a César Roa, luchador de la caña

Italia / Svizzera | Economia | Comunicato stampa | it

Mon 29 May, 06:16

browse text browse image

textItalia, Bari: NO G7 19:33 Thu 11 May by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

Invitiamo tutte e tutti a mobilitarsi nei prossimi giorni, a partecipare a tutte le iniziative che si terranno in città contro il G7 dei potenti e alla grande manifestazione che si terrà il giorno 13 Maggio.

textBari: NO G7 19:27 Thu 11 May by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

il 12 e il 13 maggio si svolgerà al Parco Due Giugno l’ AltroVertice organizzato dal coordinamento Molti più di 7: una due giorni di dibattiti, laboratori, iniziative ludiche anche per i più piccoli,assemblee, concerti.
Saremo studenti, lavoratori, disoccupati, precari, migranti, pensionati, in uno spazio aperto della nostra città nel quale discutere e praticare un modello di sviluppo e un’idea di società differenti da quelli che i 7 grandi della terra discuteranno chiusi nelle loro stanze.

textIRIS, i suoi primi 40 anni 03:21 Tue 28 Feb by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

Dalla fine degli anni settanta, un gruppo di braccianti, manovali e artigiani, in maggioranza donne, ridà senso alla parola cooperazione. "Fanno cose rivoluzionarie tenendo fermi i propri valori fondativi: produzioni biologiche, proprietà collettiva , partecipazione, prassi libertarie e relazioni di economia solidale".

textROMA 7 MAGGIO - La "strategia di Dracula" trafigge il TTIP! 13:13 Sat 07 May by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

La Commissione europea voleva un divieto di 30 anni sull'accesso pubblico ai testi negoziali del TTIP, ora la "strategia di Dracula" imposta da movimento internazionale STOP TTIP ha esposto il vampiro alla luce del sole. Che muoia!

ttip.jpg imageNO al TTIP 15:58 Sat 08 Feb by FdCA - Fano/Pesaro 0 comments

Il Transatlantic Trade and Investment Partnership (Ttip), il trattato in corso di ratifica che vorrebbe creare tra Usa e Ue la più consistente area di libero scambio mai tentata nel pianeta (coprirebbe circa il 60% delle economie mondiali) sta per essere ratificato in questi giorni e deciderà delle nostre vite se non nasce una mobilitazione dal basso per contrastarlo.

text27 ottobre: No Monti Day a Fano 19:55 Mon 29 Oct by donato romito 0 comments

Sostegno alle spese legali per i processi in corso contro studenti e studentesse dell'Assemblea Permanente di Urbino, colpiti/e dalla repressione.

textAttraversando le contraddizioni del presente 00:18 Tue 16 Oct by Segreteria Nazionale FdCA 0 comments

Nel processo di ristrutturazione europeo, il centro del comando capitalistico sta determinando le politiche economiche - e quindi sociali - per il rientro del debito pubblico di tutti i paesi della zona Euro ed in particolare delle zone periferiche sconvolte dalle politiche di austerità imposta dal fiscal compact. Quelle stesse politiche, anticipate in maniera trasparente dalla lettera di BCE della scorsa estate, stanno determinando nel nostro paese fenomeni politici chiaramente riconducibili alla direzione di comando dell'oligarchia finanziaria europea stessa.

textMonti: Go Home! 17:41 Mon 09 Jan by FdCA di Reggio Emilia 1 comments

I lavoratori reggiani spolpati dalle vostre manovre economiche, i giovani senza lavoro, le centinaia di pensionati ormai costretti ad accedere alla carità per avere una minestra calda, e che scientificamente sono sacrificati sull'altare del profitto non saranno in piazza con voi per un inutile rituale.

monti.jpg imageManovra Monti: il rigore dell'impoverimento e dell'ingiustizia 23:22 Wed 07 Dec by Segreteria Nazionale FdCA 0 comments

La dimensione europea della crisi ci chiama ad un impegno più ampio, ad una grande vertenza internazionale per diritti e tutele, salariali e giuridiche che attraversino l'intera Europa, che impediscano lo scaricare della crisi sulle classi lavoratrici dei singoli paesi.

monty.jpg imageMario Monty (Python) e il senso della vita 15:58 Thu 24 Nov by Segreteria Nazionale FdCA 0 comments

Il nuovo governo Monti, quello che troppi si ostinano a vedere come post- Berlusconiano attribuendogli una capacità salvifica morale, politica ed economica, non è altro che la risposta dei poteri forti dell'area euro atlantica alla crisi finanziaria, poteri che, dopo aver scaricato sulle casse statali la salvezza dall'indebitamento delle banche, ora non fanno altro che presentare il conto, scaricando sulle spalle dei lavoratori, dei pensionati, dei disoccupati e dei precari la garanzia dell'accumulazione del potere economico Europeo.

more >>

imageL’incubo del futuro? Una bella patria populista, sovranista e protezionista per il ritorno a casa de... Mar 27 by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

Le scorciatoie del sovranismo portano la sinistra in un vicolo cieco; invece occorre rilanciare una prassi internazionalista e combattere il capitalismo in ogni luogo di lavoro e di vita, costruendo orizzonti di alternativa sociale in cui donne ed uomini organizzati come classe di sfruttati ed oppressi sfidano il dominio capitalistico e populista e ricostruiscono solidarietà e partecipazione dal basso.

textItalia - Il giustificato motivo oggettivo Jan 10 by Alternativa Libertaria/fdca 0 comments

Il 7 dicembre 2016 la Corte di Cassazione stabilisce in una sentenza: “si può licenziare per fare più profitti”; il padrone, per aumentare efficienza e produttività, per meglio organizzare la produzione, può procedere ai licenziamenti monetizzando. Ovviamente versando al lavoratore il meno possibile.

textIrriducibilità al capitalismo significa lavorare in termini di partecipazione Jul 20 by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

post-fazione al libro "Biologico, collettivo, solidale: Dalla filiera agricola alle azioni mutualistiche, il modello partecipativo della Cooperativa Iris" di Monia Andreani, ed.Altreconomia 2016

imageItalia: legge di stabilità 2016 Dec 16 by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

Legge di stabilità. L'austerità può essere flessibile. Ma le politiche di austerity no! Parola del governo!

Numeri e minacce di una manovra che esclude la classe lavoratrice, che emargina le classi popolari, che precarizza la vita delle persone.

textSTOP TTIP Oct 24 by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

Dobbiamo necessariamente mobilitare dal basso tutta la nostra capacità di constrasto, di denuncia, di controinformazione popolare per respingere quella che si annuncia come un'altra dittatura economico-giuridica sulle nostre vite dopo le politiche di austerity della UE

more >>

textItalia, Bari: NO G7 May 11 Puglia 0 comments

Invitiamo tutte e tutti a mobilitarsi nei prossimi giorni, a partecipare a tutte le iniziative che si terranno in città contro il G7 dei potenti e alla grande manifestazione che si terrà il giorno 13 Maggio.

textBari: NO G7 May 11 Puglia 0 comments

il 12 e il 13 maggio si svolgerà al Parco Due Giugno l’ AltroVertice organizzato dal coordinamento Molti più di 7: una due giorni di dibattiti, laboratori, iniziative ludiche anche per i più piccoli,assemblee, concerti.
Saremo studenti, lavoratori, disoccupati, precari, migranti, pensionati, in uno spazio aperto della nostra città nel quale discutere e praticare un modello di sviluppo e un’idea di società differenti da quelli che i 7 grandi della terra discuteranno chiusi nelle loro stanze.

textIRIS, i suoi primi 40 anni Feb 28 federazione cremonese 0 comments

Dalla fine degli anni settanta, un gruppo di braccianti, manovali e artigiani, in maggioranza donne, ridà senso alla parola cooperazione. "Fanno cose rivoluzionarie tenendo fermi i propri valori fondativi: produzioni biologiche, proprietà collettiva , partecipazione, prassi libertarie e relazioni di economia solidale".

textROMA 7 MAGGIO - La "strategia di Dracula" trafigge il TTIP! May 07 0 comments

La Commissione europea voleva un divieto di 30 anni sull'accesso pubblico ai testi negoziali del TTIP, ora la "strategia di Dracula" imposta da movimento internazionale STOP TTIP ha esposto il vampiro alla luce del sole. Che muoia!

imageNO al TTIP Feb 08 Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

Il Transatlantic Trade and Investment Partnership (Ttip), il trattato in corso di ratifica che vorrebbe creare tra Usa e Ue la più consistente area di libero scambio mai tentata nel pianeta (coprirebbe circa il 60% delle economie mondiali) sta per essere ratificato in questi giorni e deciderà delle nostre vite se non nasce una mobilitazione dal basso per contrastarlo.

more >>
© 2005-2017 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]