user preferences

Upcoming Events

No upcoming events.
Search author name words: Gaspare Serra

italia / svizzera / vari / stampa non anarchica Wednesday March 20, 2013 18:18 by Gaspare Serra
Quali scenari si aprono dopo l’incredibile risultato elettorale?
E che futuro attende il Movimento Cinque Stelle?
Ne abbiamo parlato con Federica Salsi, “epurata eccellente” del M5S. read full story / add a comment
italia / svizzera / vari / stampa non anarchica Monday January 07, 2013 21:50 by Gaspare Serra
Dove si sta dirigendo la nave Italia?
Perché la seconda Repubblica è naufragata?
Cosa verrà fuori dal “caos” politico italiano pre-elettorale?
(L’annunciato successo elettorale del Pd si rivelerà una “vittoria di Pirro”? Il Pdl avrà mai il coraggio di compiere il “regicidio”? La Lega riuscirà a far dimenticare le disavventure del “cerchio magico”? La “Rivoluzione Civile” di Ingroia si rivelerà solo l’ennesimo cartello elettorale? Beppe Grillo si ritaglierà il ruolo di “padre nobile” del suo Movimento o di “padre padrone” dell’ennesimo partito personale?)
Cosa riserverà il futuro a Mario Monti? E come verrà ricordata la “parentesi tecnica” del suo governo?
L’Italia riuscirà mai a divenire un paese “normale”? E gli italiani sono davvero un popolo migliore della classe politica che li governa?

Queste alcune delle domande cui si tenta di dar risposta nell’articolo “IL BELLO (l’Italia), IL BRUTTO (Monti), IL CATTIVO (la politica)”.
read full story / add a comment
italia / svizzera / vari / stampa non anarchica Saturday September 15, 2012 22:11 by Gaspare Serra
“CHI VIVE A SPESE DEGLI ALTRI DANNEGGIA TUTTI”.
Questo il noto slogan d’una recente e alquanto stravagante pubblicità progresso, che, accostando le foto di orripilanti parassiti con quella d’un evasore fiscale -invero più simile a un povero disgraziato!-, metteva in guardia i cittadini dalla tentazione di non pagare le tasse…
Ma chi sono i veri “parassiti”?
read full story / add a comment
italia / svizzera / vari / stampa non anarchica Tuesday August 28, 2012 01:51 by Gaspare Serra
“26.000 euro” l’ora (ossia “624.000 euro” al giorno… 228 milioni l’anno!).
Tanto ci costa “Napolitano & C.” (ovvero il Presidente della Repubblica… ed i suoi “1.807” dipendenti!).
Alla faccia della notoria “sobrietà” del Presidente!

Con quest’articolo prosegue la pubblicazione di articoli della collana “Pillole di spending review”…
Il senso di queste pubblicazioni?
Innalzare il livello di “indignazione” della Società civile (quella che esiste, quella che “resiste”...), nella speranza che sempre più gente “pulita” si svegli dal torpore in cui si ritrova il Paese!
read full story / add a comment
italia / svizzera / la sinistra / stampa non anarchica Sunday May 20, 2012 23:46 by Gaspare Serra
L’autolesionismo proverbiale del Pd? Si è spinto al punto di seminare “tanta polvere” da raccogliere “solo vento” da quello che si preannunciava come il più grande raccolto dopo il “bunga bunga”! read full story / add a comment
italia / svizzera / vari / stampa non anarchica Tuesday January 10, 2012 21:45 by Gaspare Serra
Ecco una breve e irriverente riflessione sull’uscita di scena dell’ex Premier, Silvio Berlusconi… read full story / add a comment
italia / svizzera / criminalità carcere pena / stampa non anarchica Friday June 17, 2011 17:59 by Gaspare Serra
Dopo la schiacciante bocciatura referendaria del "legittimo impedimento", IL TEMPO DELLE "LEGGI VERGOGNA" E' davvero FINITO? Quale messaggio hanno voluto lanciare gli Italiani col loro voto "bipartisan"? E quale risposta dovremmo aspettarci dal Presidente del Consiglio (stavolta davvero oggetto di un referendum "ad personam")? Propongo qui alla vostra attenzione una mia schietta analisi post-voto, intitolata "BYE BYE, CAIMANO!", con cui ho voluto dire "senza fronzoli" la mia... read full story / add a comment
italia / svizzera / la sinistra / stampa non anarchica Sunday February 27, 2011 20:49 by Gaspare Serra
Esiste una difficoltà di “selezione della classe politica” e di “democrazia interna” ai partiti?
Ed esiste un problema di carenza di “meritocrazia” in politica (una “questione morale”, specie coniugata al femminile)?
Questi gli interrogativi sollevati da Sara Giudice, giovane militante prima di Forza Italia e poi del Pdl, dal 2006 consigliera circoscrizione a Milano.
Domande che l'hanno spinta ad intraprendere un’iniziativa “inedita” nel suo partito (per la quale è salita alla ribalta delle cronache nazionali): l’indizione di una petizione pubblica per chiedere le dimissioni di Nicole Minetti, "igienista dentale" del Premier eletta alle elezioni regionali del 2009 dopo essere stata inserita "in extremis" nel listino bloccato del governatore Formigoni!

Tale iniziativa era destinata a suscitare "infuocate polemiche" e prese di distanza nel Pdl (partito ontologicamente poco "propenso" alla dialettica interna…).
Quello che in pochi si sarebbero aspettati, invece, sono le ampie "simpatie" che la Giudice ha riscosso tra la sua stessa base: ad oggi, sono oltre "12 mila" le firma raccolte!
Adesso, però, la Giudice rischia di pagare "a caro prezzo" il coraggio mostrato nello sfidare pubblicamente il suo Presidente: la prospettiva che le si apre davanti è l'"allontanamento" dal partito!
Troppo “rischioso” concedere spazio e visibilità ad una “meteora” fuoriuscita dall’"orbita totalizzante" dal leader?

Convinto che sia sempre auspicabile “dar voce a chi non ne ha” (o a chi vorrebbero toglierla!), allora, ho invitato Sara Giudice a concedermi un’intervista per spiegare le sue ragioni e rispondere alle pesanti critiche ricevute (si è messa già in opera quella che Saviano ha definito la "macchina del fango"?).
Un’intervista che, in quanto di grande interesse politico-culturale (oltre che d’estrema attualità), ho deciso di porre alla vostra attenzione qui di seguito…
read full story / add a comment
italia / svizzera / cultura / stampa non anarchica Monday November 15, 2010 23:40 by Gaspare Serra
SARAH SCAZZI: UCCISA "UNA VOLTA", VIOLENTATA "RIPETUTAMENTE" DALLA TV!

Eravamo convinti che il "limite della decenza" fosse stato già abbondantemente raggiunto col "trattamento mediatico" riservato all'infanticidio di Cogne e superato in occasione dei delitti di Garlasco e Perugia.
Stando alle cronache che giungono da Avetrana, invece, occorre ammettere di essersi clamorosamente sbagliati...
read full story / add a comment
italia / svizzera / cultura / stampa non anarchica Saturday October 02, 2010 17:04 by Gaspare Serra
"Di tutti i crimini neri che l'uomo commette contro Dio e il Creato, la vivisezione è il più nero!"
(Mahatma Gandhi) read full story / add a comment
italia / svizzera / religione / altra stampa libertaria Thursday August 19, 2010 21:18 by Gaspare Serra
“Reato” e Peccato”: quale la differenza?

Nel 1764, nell’opera “Dei delitti e delle pene”, il giurista e filosofo milanese Cesare Beccaria declarò una distinzione temeraria per l’epoca: quella tra “peccato” e “reato” (ragion per cui l’opera fu destinata ad essere iscritta nell’indice dei "libri proibiti").

Sulla scia del pensiero precursore di Thomas Hobbes (che già un secolo prima dichiarava che “se i reati son peccati… non tutti i peccati son reati”!), l'illuminista Beccaria sostené che:
- mentre il “reato” consisterebbe in un danno arrecato all'intera collettività, tale per cui il responsbaile di tale atto meriterebbe di essere giudicato dalla Società nei modi e nelle forme dalla stessa stabiliti (diremmo oggi, dalla Giustizia ordinaria);
- il “peccato”, invece, non sarebbe altro che un’offesa arrecata a Dio, ragion per cui il suo autore meriterebbe (almeno per chi è credente) di essere giudicato (punito o perdonato) solo da Dio. read full story / add a comment
italia / svizzera / religione / stampa non anarchica Tuesday August 17, 2010 19:54 by Gaspare Serra
“Reato” e Peccato”: quale la differenza?

Nel 1764, nell’opera “Dei delitti e delle pene”, il giurista e filosofo milanese Cesare Beccaria declarò una distinzione temeraria per l’epoca: quella tra “peccato” e “reato” (ragion per cui l’opera fu destinata ad essere iscritta nell’indice dei "libri proibiti").
Sulla scia del pensiero precursore di Thomas Hobbes (che già un secolo prima dichiarava che “se i reati son peccati… non tutti i peccati son reati”!), l'illuminista Beccaria sostené che: read full story / add a comment
internazionale / imperialismo / guerra / stampa non anarchica Thursday June 10, 2010 17:56 by Gaspare Serra   text 1 comment (last - friday june 18, 2010 00:09)
Non sono “sciocco”, dunque mi rendo ben conto di come questo titolo da solo basti per attrarmi addosso critiche furiose e “condanne sommarie” (mi perdonerete se aggiungo l’inciso “specie da parte dei più distratti”, di coloro pronti a giudicare senza aver nemmeno letto una riga in più dell’analisi che segue!).
read full story / add a comment
italia / svizzera / cultura / stampa non anarchica Wednesday May 19, 2010 19:19 by Gaspare Serra
ECCO PERCHE’, NEL PAESE DELLE “MEZZE VERITA’”, CHI LE DICE “PER INTERO” RISCHIA D’ESSERE “EVERSIVO”… read full story / add a comment
italia / svizzera / la sinistra / stampa non anarchica Wednesday March 31, 2010 18:48 by Gaspare Serra
REGIONALI 2010: analisi del voto e possibili prospettive... read full story / add a comment
italia / svizzera / genero / stampa non anarchica Friday March 19, 2010 16:49 by Gaspare Serra   text 1 comment (last - wednesday november 24, 2010 21:30)
In Italia è oramai comune la convinzione per cui le donne abbiano conquistato molti diritti e libertà negli ultimi decenni, specie a partire dagli anni ‘70.
Sempre più uomini, addirittura, denunciano una “discriminazione alla rovescia”: la “sopraffazione” dell’uomo ad opera delle donne, sempre più intraprendenti e di successo, nella vita come nella società!
Se in questo vi è indubbiamente un fondo di verità, comunque, al di là delle apparenze la “questione femminile” resta ancora attuale e ben lontana dall’essere del tutto chiusa!
read full story / add a comment
italia / svizzera / la sinistra / altra stampa libertaria Tuesday March 09, 2010 02:14 by Gaspare Serra
LA REGOLA: COSA PREVEDE LA LEGGE?

A seguito della legge costituzionale n.1 del 1999 (che introdusse, per le regioni ordinarie, l’elezione diretta dei presidenti di regione), la legge quadro dello Stato n. 165 del 2004 ha fissato alcuni “principi generali” cui le regioni sarebbero state vincolate nel rinnovare la propria legislazione elettorale.
Tra questi, vi è il principio della “non immediata rieleggibilità”, allo scadere del secondo mandato, del presidente della giunta regionale eletto a suffragio universale e diretto (in pratica, un “divieto di terzo mandato” consecutivo per i governatori).

Due sono i punti più “controversi” di tale normativa:
I- tale principio è “direttamente applicabile” (a prescindere dall’emanazione di una conforme legge regionale)?
II- inoltre, lo stesso deve intendersi “retroattivo” (nel novero dei mandati consecutivi, dunque, devono ricomprendersi anche quelli precedenti l’entrata in vigore della legge n. 165 del 2004)?
Pur essendo vero che il legislatore statale non si è espresso in maniera inequivoca, la risposta comunemente data dal mondo giuridico-accademico è, però, positiva ad entrambi i quesiti.

E’ vero, infatti, che la legge del 2004 rinvia, per la “disciplina di dettaglio”, alla legislazione regionale (che, colpevolmente, in alcune regioni, tra cui Lombardia ed Emilia Romagna, non è ancora stata emanata), ma i maggiori costituzionalisti si sono espressi in favore della “diretta applicabilità” del principio su esposto.
Se così non fosse, del resto, si otterrebbe il risultato paradossale:
- di vincolare le regioni “solerti” (nell’approvare una nuova legislazione regionale) a dare immediata applicazione alla legge dello Stato;
- e di premiare, di contro, le regioni “inadempienti” (lasciandole libere di violare apertamente un “principio fondamentale” sancito da una legge dello Stato)!

Gli esperti, inoltre, concordano nel sostenere la “retroattività” del divieto.
Per far scattare il “vincolo del doppio mandato”, quindi, occorre tenere conto:
- non solo dei mandati vigenti (o successivi) al momento dell’entrata in vigore della legge n. 165 del 2004;
- bensì anche di tutti quelli “immediatamente precedenti” all’entrata in vigore della legge.
read full story / add a comment
italia / svizzera / economia / stampa non anarchica Saturday February 13, 2010 01:37 by Gaspare Serra
UN PAESE DI “TARTASSATI” ED “EVASORI”:

Non esistendo sistemi fiscali “perfetti” (un po’ come le leggi elettorali), un sistema fiscale, generalmente, può essere:
- più “efficace” che giusto
- o più “giusto” che efficace.
Il dramma del nostro sistema fiscale, invece, è che esso non è:
a- né efficace (stante l’enorme “buco nero” dell’evasione fiscale che ha consentito crescere negli anni)
b- né giusto (stante la grave discriminazione dei lavoratori dipendenti e dei pensionati rispetto ai lavoratori autonomi: i primi tartassati con pesanti prelievi alla fonte, i secondi liberi di auto-denunciare a piacimento il proprio reddito!).

Segno evidente del marcato “disequilibrio” del nostro sistema fiscale è che:
a- mentre sulle spalle di lavoratori dipendenti e pensionati grava gran parte del “carico fiscale” pendente sugli Italiani (da soli, queste categorie garantiscono ben l’“82%” dell’intero gettito Irpef!)
b- i lavoratori autonomi sono in grado di difendersi dall’elevata pressione fiscale:
- “evadendo” le tasse (essendo il loro “reddito effettivo” difficilmente accertabile)
- “eludendo” le imposte (ad esempio, scaricando l’Iva anche su beni ad uso personale)
- e “dividendo le fonti di reddito” tra i componenti della famiglia (di modo che, pur a parità di reddito complessivo, il livello di reddito di ogni componente familiare si mantenga più basso di quello effettivo e rientri in scaglioni Irpef inferiori!).
read full story / add a comment
italia / svizzera / cultura / stampa non anarchica Tuesday February 09, 2010 23:26 by Gaspare Serra
L’OPINIONE DI PAOLO BORSELLINO SUL RAPPORTO TRA POLITICA E MAGISTRATURA:

“C’è un equivoco di fondo.
Si dice che il politico che ha avuto frequentazioni mafiose, se non viene giudicato colpevole dalla magistratura, è un uomo onesto.
No!
La magistratura può fare solo accertamenti di carattere giudiziale.
Le istituzioni, invece, hanno il dovere di estromettere gli uomini politici vicini alla mafia, per essere oneste e apparire tali!”

(Paolo Borsellino)

read full story / add a comment
italia / svizzera / lotte sindacali / stampa non anarchica Wednesday January 20, 2010 02:24 by Gaspare Serra   text 1 comment (last - wednesday january 27, 2010 01:13)
I termini “lavoro” e “precarietà” sempre più spesso sono impiegati in Italia come sostanziali “sinonimi”.
Le riforme del lavoro susseguitesi nell’ultimo decennio (dalla riforma Treu del centrosinistra a quella Biagi del centrodestra) si sono, infatti, caratterizzate per un tratto comune:
read full story / add a comment

Front page

AUKUS: A big step toward war

Reflexiones sobre la situación de Afganistán

Αυτοοργάνωση ή Χάος

South Africa: Historic rupture or warring brothers again?

Declaración Anarquista Internacional: A 85 Años De La Revolución Española. Sus Enseñanzas Y Su Legado.

Death or Renewal: Is the Climate Crisis the Final Crisis?

Gleichheit und Freiheit stehen nicht zur Debatte!

Contre la guerre au Kurdistan irakien, contre la traîtrise du PDK

Meurtre de Clément Méric : l’enjeu politique du procès en appel

Comunicado sobre el Paro Nacional y las Jornadas de Protesta en Colombia

The Broken Promises of Vietnam

Premier Mai : Un coup porté contre l’un·e d’entre nous est un coup porté contre nous tou·tes

Federasyon’a Çağırıyoruz!

Piştgirîye Daxuyanîya Çapemenî ji bo Êrîşek Hatîye li ser Xanîyê Mezopotamya

Les attaques fascistes ne nous arrêteront pas !

Les victoires de l'avenir naîtront des luttes du passé. Vive la Commune de Paris !

Contra la opresión patriarcal y la explotación capitalista: ¡Ninguna está sola!

100 Years Since the Kronstadt Uprising: To Remember Means to Fight!

El Rei està nu. La deriva autoritària de l’estat espanyol

Agroecology and Organized Anarchism: An Interview With the Anarchist Federation of Rio de Janeiro (FARJ)

Es Ley por la Lucha de Las de Abajo

Covid19 Değil Akp19 Yasakları: 14 Maddede Akp19 Krizi

Declaración conjunta internacionalista por la libertad de las y los presos politicos de la revuelta social de la región chilena

[Perú] Crónica de una vacancia anunciada o disputa interburguesa en Perú

© 2005-2021 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]